Come abituare Fido alla cuccia

Come abituare Fido alla cuccia
Autore:
Cani.com
23 Febbraio 2017

Avete comprato una cuccia al vostro amico a quattro zampe, ma ancora lui non la vede come tale? State adottando un cane e non sapete come, una volta accolto in casa, abituarlo a stare nel suo giaciglio, senza che salga su letti e divani? Ecco di seguito alcuni consigli che fanno proprio al caso vostro!

Cuccia comoda e ben posizionata

Innanzitutto, il posto scelto per il nostro amico a quattro zampe deve risultare comodo. Non servono chissà quali cucce, che costano magari cifre esorbitanti. Ne basta una costruita con materiale non pericoloso in caso il cane decida di rosicchiarla e contenente qualcosa di morbido come, per esempio, un bel cuscinone. Sia che il cane viva già con noi o che sia un nuovo arrivato, è consigliabile anche mettere dentro un qualcosa - una maglietta, una coperta o altro - che abbia il suo odore o quello del proprietario, così da essere più motivato ad andarci. Anche la posizione strategica della cuccia è fondamentale per un buon adattamento da parte del cane: a tal proposito, leggi il nostro articolo

Come abituare Fido alla cuccia

In cuccia… solo associazioni positive!

Non utilizzate MAI la cuccia come posto in cui mettere in punizione il vostro amico a quattro zampe, magari obbligandolo ad andarci con un tono di voce di rimprovero. E non associatela a operazioni sgradevoli per l’animale, come pulizie delle orecchie o somministrazione di farmaci. Otterrete solamente un cane che rifiuterà il suo giaciglio, avendolo associato a qualcosa di negativo. Invece, sarebbe opportuno creare un’associazione positiva - magari si inizia in prossimità della cuccia, per poi passare al suo interno - offrendo al quattro zampe succulenti bocconcini o facendolo divertire con i suoi giochini. Vedrete che, a mano a mano, sarà lui stesso a portare dentro i giocattoli o altri oggetti personali.

Insegnare il comando “Cuccia”

Quando il cane avrà iniziato a prendere confidenza con la sua cuccia e ad andarci sempre più frequentemente, potreste mettere il comportamento sotto segnale. Dapprima premiandolo con un bocconcino ogni volta che ci andrà, poi associando questo sua azione a un gesto della mano e/o al segnale verbale “CUCCIA”. Ovviamente, dopo occorrerà insegnargli anche a starci, senza fare continuamente entra e esci. Magari, premiandolo con una bella manciata di bocconcini o un allettante pezzo di carne, non appena rimarrà buono accucciato per un certo intervallo di tempo.

VOTO DEGLI UTENTI

su 5 ( voti)

Commenta l' articolo