Calci e pugni al cane: condannato a 6 mesi di carcere

Calci e pugni al cane: condannato a 6 mesi di carcere
Autore:
Cani.com
29 Novembre 2017

Nell’agosto del 2013 picchiò il suo cane, un esemplare di Pastore Tedesco, rifilandogli vanti a tutti calci e pugni e trascinandolo con il guinzaglio. Oggi, a distanza di quattro anni e a chiusura del processo di primo grado per maltrattamento di animali partito a seguito della segnalazione di un testimone oculare, arriva la condanna a sei mesi di carcere. A scontarli dovrà essere un 40enne di Vignola, in provincia di Modena, già con alle spalle dei precedenti penali.

Calci e pugni al cane: condannato a 6 mesi di carcere

Ad intervenire, al momento dei fatti, la Polizia giudiziaria, guardia zoofila, con conseguente sequestro immediato del quattro zampe. L’animale, che ha quattro anni e ospite di una struttura in cui vive liberamente e ben lontano da qualsiasi atra forma di violenza, è ancora in cerca di una famiglia. Come si legge su ilrestodelcarlino.it, chi volesse accoglierlo può farsi avanti anche contattando l’associazione Earth Emilia Romagna, per la tutela giuridica e ambientale e animale.

Intanto, la sentenza di condanna che riguarda il suo ormai ex padrone costituisce un’importante vittoria e un ulteriore esempio di come sia data sempre più rilevanza al reato di maltrattamenti di animali. Questo fa sperare in una sempre più diminuzione di casi in cui i quattro zampe rimangano vittime della crudeltà dell’uomo. 

VOTO DEGLI UTENTI

su 5 ( voti)

Commenta l' articolo