La storia di Picasso, il cane “cubista”

La storia di Picasso, il cane “cubista”
Autore:
Cani.com
08 Marzo 2017

A causa del suo muso storto, non riusciva a trovare qualcuno che lo adottasse e, così, è stato lasciato dal suo ex proprietario in canile. È la storia di Picasso - chiamato anche cane “cubista” per il suo bizzarro aspetto - che fino a qualche tempo fa si trovava in lista per l’eutanasia assieme al fratello “normale” Pablo (vedi seconda foto), anche lui abbandonato, presso il Portverville Animal Shelter in California. 

La storia di Picasso, il cane “cubista”

Il destino dei due cani sembrava già tristemente segnato. Un giorno, però, i responsabili del Luvable Dog Rescue in Oregon li hanno visti in foto e si sono innamorati di entrambi. Da allora, la vita di Pablo e Picasso è totalmente cambiata. Intanto, le loro immagini stanno facendo letteralmente il giro del web, commuovendo migliaia di internauti e intenerendo il cuore di numerose famiglie che adesso vorrebbero adottarli.

Stando a quanto riportato da diversi media e come si legge sul sito del Luvable Dog Rescue, Picasso per adesso non può essere dato in adozione perché attende di essere sottoposto a un’importante operazione che potrebbe andare a risolvere il problema alla mascella. Il cane mangia con un po’ di difficoltà ma per il resto, come anche il fratello Pablo, è in buona salute e molto coccolato dai volontari dell’associazione presso la quale per adesso si trovano i due quattro zampe.

VOTO DEGLI UTENTI

su 5 ( voti)

Commenta l' articolo