Lotta al contrabbando d'avorio con il fiuto di Fido

Lotta al contrabbando d'avorio con il fiuto di Fido
Autore:
Cani.com
29 Agosto 2018

Fido in prima linea per contrastare il contrabbando d’avorio, un fenomeno che ogni anno vede come vittime migliaia di elefanti. E questo grazie all’aiuto del suo formidabile fiuto, capace di identificare componenti in questo materiale. Lo prevede il progetto Rasco (Remore Air Sampling for Canine Olfaction) avviato in Kenya, a Mombasa, dove tra il 2009 e il 2014 – riporta greenstyle.it - sono stati sequestrati più d 18 mila chili di avorio, pari all’uccisione di 2.400 elefanti. Un dato che cresce se si tiene conto anche di tutte le tratte che attualmente non passano per i blocchi delle autorità.

Lotta al contrabbando d'avorio con il fiuto di Fido

Sarebbero stati, nei primi sei mesi dall’avvio del progetto, 26 i sequestri portati a termine. Si tratta di un piano che prevede una fase di addestramento, durante la quale gli amici a quattro zampe imparano a riconoscere l’odore dell’avorio per poi riuscire a individuarlo, tramite campioni di aria, in convogli e container che giungono al porto. Il progetto non è del tutto nuovo. Qualcosa di simile è stato realizzato, nel 2009, anche nel Triangolo di Mara, nella riserva dei Masai Mara. In questo caso venivano impiegati dei cani di razza Labrador. Un ottimo metodo per ridurre anche il fenomeno del bracconaggio.

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo