Il modello A - la denuncia di monta e nascita

Il modello A - la denuncia di monta e nascita
18 Luglio 2011

Per denunciare una cucciolata e quindi ottenere i pedigree dei piccoli nati occorre registrare due modelli alla Delegazione Enci di competenza, il modello A (entro 25 giorni dalla nascita dei cuccioli) ed il modello B (entro 90 giorni dalla nascita). Vediamo in questo articolo nel dettaglio come si compila in modo corretto il modello A. Il prossimo articolo sarà dedicato al modello B.

Il modello A deve essere compilato dal proprietario della fattrice che dovrà registrare e saldare tutte le pratiche per l’emissione dei pedigree dei cuccioli. 
Per la presentazione del modulo si è vincolati rigidamente alla delegazione Enci di competenza dell’indirizzo presso il quale è materialmente la cucciolata, indipendentemente dalla residenza del proprietario della fattrice (si può verificare sul sito dell’Enci quella territorialmente competente) per consentire l’eventuale controllo della cucciolata da parte di appositi controllori della delegazione che potranno venire a casa (previo avviso telefonico) a verificare che i dati presentati all’ufficio corrispondano a verità (numero dei cuccioli, microchip della fattrice, evidente stato di allattamento eccetera). 


I 25 giorni richiesti dall’Enci per la presentazione del modello sono tassativi. In caso contrario l’Enci provvederà alla richiesta dell’esame del DNA di cuccioli e genitori.
Occorre allegare al modello i seguenti documenti:
- copia del pedigree dei genitori
- copia delle iscrizioni all’anagrafe canina (ASL) dei genitori

Come per ogni pratica Enci, vi è un notevole vantaggio economico a essere soci, a maggior ragione nel caso di una cucciolata numerosa, visto che il modello seguente (il B) si paga “a cucciolo”. Il modello A per i soci ha un costo forfettario di 15 euro, indipendentemente dal numero dei cuccioli.
Per la corretta compilazione del modello (scaricabile qui e sul sito www.enci.it) consiglio di:
- scaricare per tempo il modulo in modo da annotare con precisione la data della monta e farlo firmare dal proprietario dello stallone (1 sola firma in basso), facendosi lasciare tutti i dati personali e copia del pedigree e dell’iscirizione alla ASL
- compilare i dati relativi ai proprietari di fattrice e stallone in modo chiaro, leggibile e non dimenticando i codici fiscali e i recapiti telefonici
- compilare i dati relativi ai due genitori inserendo tutti i codici di identificazione del cane (tatuaggi, microchip) e il numero LOI (il numero nella fascia in alto del pedigree)
- indicate con precisione data di nascita dei cuccioli, numero dei maschi, numero delle femmine e numero dei morti (attenzione perché questi dati sono irreversibili!)
- indicate il luogo dove la cucciolata è controllabile e l’eventuale persona che si occupa della cucciolata
- firmate il modulo in tutte le sue parti (2 firme per il proprietario della fattrice, 1 per quello dello stallone)

Fate attenzione a questi suggerimenti per non incorrere in antipatici rallentamenti della pratica:
- il proprietario del cane che dichiarate nel modello deve risultare tale nel pedigree per cui dovete verificare che il passaggio di proprietà sia regolare con tanto di timbro Enci (leggete il precedente articolo)
- i genitori devono essere iscritti al LOI per cui NON vanno bene pedigree stranieri non ancora volturati (unica eccezione è il caso in cui il maschio sia un cane di un proprietario estero, la femmina deve necessariamente avere il LOI italiano)
- indicate il nome del cane che risulta sul pedigree per intero completo di eventuale affisso
- se lo stallone ha fatto più di cinque monte occorre allegare certificazione del dna depositato presso un laboratorio convenzionato con Enci
- nel caso di razze con mantello di colore diverso (per esempio gli alani o i barboni) occorre verificare che l’accoppiamento fra i colori prescelti sia consentito
- nel caso di razze con taglie diverse (per esempio i bassotti) occorre che i genitori siano della stessa taglia e che la stessa sia registrata sul pedigree con timbro della società specializzata di riferimento.

Per comodità e per tenere sempre la situazione sotto controllo fatevi lasciare dalla delegazione copia del modello A ed annotate la scadenza del seguente modello B. E intanto cominciate a pensare ai nomi dei cuccioli!


VOTO DEGLI UTENTI

su 5 ( voti)

TAGS

Commenta l' articolo

Articoli Correlati