Pulizia delle orecchie nel cane: attenzione ai lavaggi auricolari

Ormai è di uso frequente vedere immagini e video che mostrano la pulizia delle orecchie con detergenti auricolari facendola sembrare una semplice pratica che, però, se male eseguita con prodotti irritanti può essere la causa di otiti gravi che possono trasformarsi in un vero incubo per il proprietario.  

Prima di eseguire un lavaggio auricolare al cane bisogna assicurarsi attraverso l’otoscopio dell’integrità della membrana timpanica. Se questa presenta fessurazione, allora il liquido detergente andrà a riempire la porzione profonda dell’orecchio, con infiammazione della bolla timpanica e con conseguenze devastanti che l’animale esprime con una testa inclinata e alterazioni della deambulazione.

Prima di una conseguenza così grave, l’animale in seguito a ripetuti lavaggi mostra un padiglione arrossato maleodorante con secrezione. La proliferazione di batteri e funghi (malassezia con un colorito marrone) è dovuta all’umidità residua per non avere asciugato bene l’orecchio.

Pulizia delle orecchie nel cane: attenzione ai lavaggi auricolari

Dopo lo sbattimento della testa che segue un lavaggio non basta passare della carta assorbente o una garzetta tra le pieghe del padiglione esternamente, ma si deve asciugare bene la parte terminale del condotto uditivo che grazie alla conformazione a L difficilmente si riesce a eliminare il liquido residuo vicino al timpano.

Inoltre, il liquido residuo dei lavaggi auricolari di alcuni prodotti commerciali, oltre alla proliferazione e il rigonfiamento del materiale ceroso adeso alle pareti del canale auricolare, può presentare agenti irritanti (conservanti stabilizzanti) che vanno a sensibilizzare la parete del condotto uditivo, alimentando l’infiammazione dell’orecchio.

Prima di eseguire un lavaggio accertatevi prima, attraverso una visita accurata, della necessità di eseguire un lavaggio auricolare, considerando che spesso le otiti sono una conseguenza di un intestino alterato o di una intolleranza alimentare, una pulizia eccessiva e mal eseguita spesso predispone a un orecchio sensibilizzato e irritato.

Dott. Alessandro Prota

Esperto in Medicina naturale veterinaria

www.alessandroprota.it

info@alessandroprota.it

VOTO DEGLI UTENTI

su 5 ( voti)

Commenta l' articolo