Ecco le regole da seguire per l'alimentazione di Fido

Ecco le regole da seguire per l'alimentazione di Fido
Autore:
Cani.com
03 Novembre 2015

Chi non ha interesse ad alimentare al meglio il proprio amico a quattro zampe? Di seguito le dieci regole d’oro che ogni proprietario dovrebbe seguire.


1. Stare attenti alla quantità

La maggior parte dei cani, ad accezione di alcuni casi, mangia tutto quello che gli viene dato e non finirebbe mai di mangiare, anche se ormai con lo stomaco pieno. Per questo motivo è consigliabile consultare la tabella nutrizionale che solitamente si trova nei pacchi delle crocchette, nel caso di un’alimentazione industriale, e di pesare regolarmente il vostro pet.


2. Consentire al cane di mangiare tranquillamente

Meglio collocare la ciotola del cane dove non ci siano attività in corso, in modo che possa rilassarsi e godersi in santa pace il proprio pasto. Assicurarsi che eventuali bambini e ospiti rispettino il suo spazio!


3. Evitare la possessività sulla ciotola

Il cane deve essere lasciato in pace quando mangia e nessuno deve disturbarlo, ma è anche vero che non è ammissibile che ringhi o si mostri aggressivo nel caso qualcuno si avvicini alla sua ciotola. In questi casi, è meglio sentire il parere di un esperto!


4. Fare mangiare separatamente più cani

Se si possiedono più cani, va bene farli mangiare allo stesso orario ma è meglio collocare le ciotole lontano, così che nessuno possa preoccuparsi di cosa mangia l’altro. Se non mangiano voracemente, si potrebbe anche arrivare a condividere il pasto.


5. Niente attività per Fido dopo aver mangiato

Quando il nostro amico a quattro zampe finisce di mangiare, è meglio sempre aspettare una mezz’oretta prima di andare a fare una passeggiata, di far attività fisica o giocare. In questa maniera., si evitano così problemi di digestione e la tanto temuta torsione gastrica.

Ecco le regole da seguire per l'alimentazione di Fido

6. Non dare i nostri resti al cane

Fido ha esigenze nutrizionali, sia in termini di calorie sia di quantità, differenti dalle nostre. Va bene fargli assaggiare quello che mangiamo, ma non scambiarlo per una pattumiera dove mettere tutti gli avanzi dei nostri pasti.


7. Prendersi cura delle ciotole

Comprare al nostro cane ciotole di buona qualità, di dimensioni e profondità appropriate alla sua stazza. Quelle in ceramica o in acciaio sono le migliori, mentre quelle di plastica potrebbero rovinarsi più facilmente ed essere ricettacoli di batteri. Ricordarsi di pulirle sempre.


8. Vitamine e integratori: no il fai da te!

Molti proprietari pensano di aggiungere di testa propria al mangiare del proprio pet integratori e vitamine, pensando di fare qualcosa di buono. In realtà, certe volte potrebbero derivarne dei problemi, quindi fare molta attenzione.


9. Cambiare tipo di cibo gradualmente

Quando si vuole cambiare una marca di crocchette o magari passare da un tipo di alimentazione all’altra, è consigliabile farlo gradualmente e non tutto in una volta. Il cane, infatti, potrebbe andare incontro a problemi di stomaco. Occorre abituarlo pian piano.


10. Non dare la razione giornaliera tutta in una volta

Meglio suddividere la quantità di cibo di un giorno in due pasti, talvolta anche tre. In questa maniera si evita che il cane mangi troppo velocemente e che vada incontro alla torsione dello stomaco.

VOTO DEGLI UTENTI

su 5 ( voti)

Commenta l' articolo