Succhi verdi nella cura dei tumori del cane

Succhi verdi nella cura dei tumori del cane
26 Gennaio 2016

La dieta con i succhi verdi si basa su una teoria importante, secondo cui le cellule tumorali si nutrono di glucosio. Tutti i carboidrati, come la pasta, l'amido e i prodotti farinacei, devono essere, quindi, esclusi dalla dieta, ovvero quello che potrebbe aumentare il glucosio nella cellula. Questo tipo di dieta non solo è fondamentale per i soggetti oncologici, ma anche per combattere malattie neurodegenerative e infiammatorie: in generale, migliorano la resistenza fisica e la forza muscolare, inoltre è un ottimo metodo di detossificazione per cani e gatti che sono stati sottoposti a trattamenti chemioterapici.

La preparazione prevede una parte di verdure, della frutta e semi oleosi. La verdura, tranne le carote, non contiene molti zuccheri, mentre la mela contiene meno zucchero di altri frutti e si presta meglio per la preparazione dei succhi verdi, creando meno oscillazioni in termini di acidità e alcalina. Se si considera che la carne presenta il 30% di proteine, 100 g. di carne contiene 30 g. di proteine e i succhi verdi in media il 3% di proteine. Per avere, quindi. Il corrispondente di 30 g. di proteine, devo trasformare 1 kg di verdura con estrazione per avere 30 g. di proteine. Con l'estrazione, eliminando la cellulosa, riduco il lavoro digestivo (la digestione è già precaria a causa del danno provocato dalla chemio sulle cellule intestinali) e, quindi, metto a riposo.

Succhi verdi nella cura dei tumori del cane

I succhi sono pieni di enzimi, che sono quelli che catalizzano le varie attività cellulari nelle malattie neurodegenerative, come la mielopatia degenerativa, disfunzioni cognitive, miastenie, ecc. Aiuta la malattia, migliorando l’efficienza muscolare, anche perché i succhi sono alcalinizzanti e l’emoglobina migliora l’affinità con l’ossigeno. Se il sangue è alcalino, quindi, l’ossigenazione muscolare nei soggetti con malattie neurodegenerative è compromessa per una cattiva innervazione periferica. 

Nella digestione vengono impiegate le maggiori forze vitali dell’organismo, ecco l’importanza del digiuno e dei succhi. Se dovessimo dare un quantitativo esagerato di verdure, si avrebbero degli effetti indesiderati, come la flatulenza e il gonfiore addominale, che sarebbe mal sopportato dall'animale che già naturalmente non assimila bene la cellulosa. Estraendo il succo, questi problemi si annullano. Altra cosa importante: le verdure hanno una quota di carboidrati, ma hanno basso indice glicemico che garantisce una quota glicemica bassa e costante, senza sbalzi glicemici.

 

PREPARAZIONE SUCCHI VERDI:

https://www.youtube.com/watch?v=kmv4f1jluvk

 

Dott. Alessandro Prota

Esperto in Medicina veterinaria naturale 

www.alessandroprota.it

VOTO DEGLI UTENTI

su 5 ( voti)

Commenta l' articolo