Allevamento Dei Cani Di Gioia Labrador Retriever

amatoriale

VOTO DEGLI UTENTI

INDIRIZZO

Pratozzo 2
04010 - Rocca Massima, (LT)

CONTATTI

Telefono: 069669052

CONDIVIDI

DESCRIZIONE

Cani di Gioia è un allevamento amatoriale di LABRADOR RETRIEVER, riconosciuto ENCI- FCI. "Amatoriale" non equivale a "non professionale", significa "non commerciale". Allevare è un privilegio. Non voglio avere un'azienda che produce centinaia di cuccioli l'anno, i cani non sono merce. Per questo i miei cani vivono in casa e non in box. Per questo ho pochi cani e mantengo con me i miei amati cani anziani che sono la mia famiglia. Per questo faccio nascere in media una sola, curatissima cucciolata per anno e spesso le famiglie collaborano con me, tenendo in affido quei cuccioli che vorrei tenere io. Il mio goal è far nascere cani che migliorano la vita delle persone, Cani da Soccorso, Cani d'Assistenza, o semplicemente eccellenti cani da compagnia per le mie famiglie. Curo molto ogni dettaglio.  Le mie cagnoline partoriscono non prima dei due anni di età, ogni mamma ha avuto al massimo tre gravidanze. I cuccioli nascono nelle mie mani, in casa, nel nido colorato e confortevole che ho allestito per loro, ogni parto è un evento per me. Sono una specialista in "Pet Therapy", per me un Labrador deve essere tale fuori e dentro! Tutti i miei cuccioli seguono il programma Bio Sensor Puppy, tutti i miei cuccioli provengono da genitori selezionati per sanità, carattere, bellezza, esattamente con questìordine di priorità. Restano con la madre 60 giorni, per favorire al meglio il loro sviluppo psico-fisico, perché siano rispettate le tappe dell'imprinting, socializzazione, calibrazione del morso, gerarchizzazione e vengono stimolati fin dalla vita intrauterina, con carezze alla pancia della mamma, e poi manipolazioni, interazioni, giochi, musica, rumori, esperienze, in modo da farne cani solari, sicuri, equilibrati e gioiosi.Tutti i miei cuccioli sono provvisti di pedigree ENCI e provengono da linee di sangue elevate e importanti, ma io non allevo in stretta consanguineità. Cerco per i miei cuccioli famiglie amorevoli, affidabili, con cui stabilire un rapporto amicale, affettuoso, fatto di fiducia e collaborazione. Le mie famiglie sanno che resto accanto a loro e che possono sempre contare su di me! Se desiderate un mio cucciolo, contattatemi: forse sta per iniziare per voi La Grande Avventura!

Allevamento Dei Cani Di Gioia Labrador Retriever ALLEVA

NEWS ALLEVAMENTO

News allevamento Allevamento Dei Cani Di Gioia Labrador Retriever
26 Luglio 2017

I "NO" CHE AIUTANO A CRESCERE

Mamma Kira ringhia e minaccia i suoi cuccioli di 49 giorni. Ma come?! Non li ama? Non è una mamma affettuosa e devota, tutta per loro? Sì, Kira è una gran mamma! Le sue mammelle martoriate dalle unghiette e dai dentini aguzzi delle sue sei palle di pelo sanguinano. Lei resiste finché può, poi un ringhio basso, potente e minaccioso fa presagire chissà quali vendette e sortisce l'effetto voluto: i cuccioli mollano e, quando si riaccostano al latte, lo fanno delicatamente. Qualora non bastasse, con un urlo raggelante, le fauci si spalancano e calano come una mannaia sui cuccioli atterriti! Sembra King Kong e non li sfiora neanche con un baffo! Kira è un’ottima mamma. Infatti, una mamma troppo buona non è una buona mamma. Una buona mamma concede, insegnando ai figli che esiste un limite. Per chi non vi si attiene, la punizione è certa e immediata. Punizione negativa: si perde il beneficio (il latte). Punizione positiva: si ottiene una minaccia (il ringhio).  Magari tutte le mamme fossero come Kira! Mi ricordo una volta, ero in spiaggia e i deliziosi figli di tre e cinque anni di una molto raffinata vicina di ombrellone avevano deciso di divertirsi, lanciandomi ripetutamente manciate di sabbia in faccia, nel serafico disinteresse della loro mamma. Alle mie rimostranze, la signora mi fece notare, come fosse la scoperta della cura di tutti i mali, che i suoi pargoletti "erano piccoli!"  "E quando gli vuole insegnare l'educazione, quando avranno trent'anni?" Fu la mia risposta. Questo è il motivo per cui i cuccioli sottratti troppo presto alle cure materne, o che hanno una madre incompetente, crescendo presentano comportamenti disturbati.  Kira non ha letto illuminanti tomi di psicopedagogia, ma sa perfettamente che questo è il momento buono per dire i NO che aiutano a crescere. Con il suo prezioso insegnamento, i cuccioli, entro i sessanta giorni (NON PRIMA!), avranno appreso il segnale di arresto, a calibrare il morso, a rispettare chi è più anziano, a comportarsi con calma e gentilezza e saranno pronti per inserirsi in modo funzionale nella società canina e in quella umana. La mamma dev'essere presente e competente.  "Ma così i cuccioli si stressano!" Sicuro, e in una certa misura è un bene. La vita ci mette alla prova e noi ci dobbiamo allenare alle delusioni e alle perdite, senza fare troppi drammi.  I genitori umani che non sanno dire NO, che non sono in grado d'insegnare ai figli a non superare un limite, producono uomini che davanti al rifiuto della (ex)fidanzata, l'aspettano fuori casa con un'arma in mano.

Visualizza tutte le news dell'allevamento