Le discipline sportive o prove di lavoro per i Retrievers

Le discipline sportive o prove di lavoro per i Retrievers
04 Marzo 2013

In Italia esistono quattro diversi tipi di discipline sportive o prove di lavoro per i Retrievers: i working test, i dummy trial, i field trials e la prova attitudinale. I primi due prevedono l’uso esclusivo dei dummy (riportelli), mentre gli ultimi due sono una vera e propria prova di caccia su selvaggina abbattuta alla presenza dei cani. 

Inoltre ogni anno una nazione europea si occupa di organizzare un "International working test", al quale partecipano i team ufficiali di molti Paesi europei.

Working test
Le gare si svolgono su terreni naturali di varia difficoltà. Si prevede l’uso esclusivo di dummies, che potranno essere “marcati” cioè il cane ha visto il lancio e il punto di caduta (il lancio dovrà essere sempre preceduto da uno sparo a salve), oppure “blind” e quindi nascosti (in questo ultimo caso lo sparo sarà sempre a discrezione del giudice). Tali prove sono organizzate in "step" (esercizi) e i giudici attribuiscono un punteggio per ogni step, che andrà a formare la classifica.
Sono suddivisi in quattro classi: classe D - beginners = cani con un buon rapporto col conduttore anche privi di addestramento formale, ma con buone attitudini naturali al lavoro di riporto; classe C - novice = cani con un buon livello di obbedienza generale e buon addestramento;classe B - open = cani con un elevato livello di addestramento; classe A - campioni = cani con un ottimo livello di addestramento.

Inoltre, c'è una categoria non competitiva, interessante qualora si voglia verificare il livello di addestramento del proprio cane:classe training = i soggetti iscritti in questa classe, pur essendo fuori concorso, effettueranno gli stessi esercizi previsti nella rispettiva classe competitiva (beginners - novice - open - campioni); vengono organizzati anche dei working test a squadre, divise in Debuttanti e Novice.

Regolamento working test

Dummy trial
Consistono nella simulazione di una prova di caccia con l'uso dei dummies (riportelli): il susseguirsi dei riporti può avvenire sia in battuta fissa, simulazione di "drive" sia a terra sia in prossimità di zone umide, come avviene nelle battute agli acquatici, sia lungo un itinerario che  i conduttori con i loro cani seguono, camminando gli uni a fianco agli altri, in modo che lo scenario sia sempre in movimento; quest’ultima situazione viene denominata "walk up". Per questo tipo di prove si applicano gli stessi regolamenti delle prove di caccia. Le classi sono due: novice e open, e viene attribuita sia una classifica sia una qualifica.

Regolamento dummy trial

Field trials
Sono le prove di caccia per Retrievers su selvatico abbattuto. In Italia sono le uniche prove di lavoro con in palio il CAC (prove nazionali) e il CACIT (prove a livello internazionale): certificati per il campionato italiano e internazionale di lavoro.

Per essere proclamato campione italiano di lavoro (It.FTCh), un Retriever deve aver ottenuto: tre CAC (per quanto riguarda i maschi), di cui non più di uno ottenuto in classe Novice; due CAC (per quanto riguarda le femmine), di cui non più di uno ottenuto in classe Novice; il superamento della prova in acqua, la qualifica di almeno “molto buono” in raduno o mostra speciale

Per essere proclamato campione internazionale di lavoro (Int.FTCh), un Retriever deve aver ottenuto: due CACIT, attribuiti da due esperti giudici diversi in due Paesi diversi; un “molto buono” in un’esposizione internazionale di bellezza all'età minima di quindici mesi.

Le prove nazionali in Italia prevedono due classi: novice e open. La prova internazionale non ha nessuna classe.

Certificati e qualifiche per le prove di caccia

CACIT - CAC: sono certificati che attestano, l’uno a livello internazionale l’altro nell’ambito nazionale, che il soggetto cui vengono assegnati possiede caratteristiche e qualità tali da rispecchiare lo standard ideale della razza;

RIS. CACIT - RIS. CAC: hanno lo stesso significato e valore tecnico del CACIT o del CAC, e possono essere assegnati a quei soggetti che, avendone le caratteristiche e le qualità, seguano immediatamente in graduatoria quelli cui il CACIT o il CAC è stato attribuito;

Eccellente (Ecc.): a quel cane che abbia dimostrato di possedere al più alto grado tutte le doti di stile e le qualità naturali che caratterizzano la razza. Inoltre, il cane qualificato come “eccellente” non deve aver palesato difetti e non deve essere incorso in errori gravi, dimostrandosi soggetto di eccezione e capace di svolgere alla perfezione il lavoro prescritto dallo standard.

Molto buono (M.B.): a quel cane che ha compiuto un ottimo lavoro, dimostrando di possedere in notevole grado le doti e le qualità peculiari della razza. La qualifica di “molto buono” va assegnata anche a quei soggetti che avrebbero meritato, per il lavoro svolto e per le doti poste in luce, la qualifica di “eccellente”, ma che sono incorsi in errori tali da non poter conseguire la maggior qualifica.

Buono (B.): a quel cane che dimostri di possedere in buona misura i caratteri della razza e svolga un buon lavoro senza gravi errori o con lievi difetti.

Abbastanza buono (A.B.): a quel cane che risulta in possesso delle qualità naturali e tipiche della propria razza e abbia svolto un onesto lavoro tale da renderlo meritevole di una segnalazione.

Sufficiente (Suff.): a quel cane che risulta in possesso delle qualità naturali e tipiche della propria razza e abbia svolto un discreto lavoro.

C.Q.N.: a quel cane che, essendosi aggiudicato almeno un punto utile ed avendo dato prova di grandi qualità naturali, abbia commesso errori eliminatori di dressaggio.

Eliminato: a quel cane che abbia commesso errori che hanno comportato la sua eliminazione.

Non qualificato: a quel cane non qualificabile per mancanza di incontro.

Non idoneo: a quel cane che in prova libera avrà fornito una prestazione sensibilmente carente rispetto alle caratteristiche della prova in oggetto. Un cane definito “non idoneo” per tre volte consecutive per un certo tipo di prova non potrà più disputare nell’anno quel tipo di prova.

Regolamento prove nazionali e internazionali di caccia per Retrievers

Regolamento prove internazionali di caccia per Retrievers in italiano

Attitudinale
Questa prova ha lo scopo di valutare le qualità naturali dei soggetti. La prova attitudinale è riservata ai soggetti di età superiore ai 18 mesi. Nel caso di esito positivo della prova, viene rilasciata una qualifica di “buono”, “molto buono” o “eccellente”, che sarà valida per l’ammissione alla classe lavoro nelle esposizioni e per l’ammissione al registro dei riproduttori selezionati.

Gli step della Prova attitudinale:
1 - il conduttore con il cane al guinzaglio è posizionato in prossimità dei fucili in modo da seguire l'azione di caccia, in posizione tale da poter marcare agevolmente il punto di caduta del selvatico e, in tal caso, essere inviato immediatamente al riporto. Ogni cane dovrà avere un’occasione di effettuare un riporto marcato su un selvatico abbattuto, che dovrà essere riportato correttamente, pena l’eliminazione del cane;

2 - è richiesto il recupero di un selvatico precedentemente abbattuto. In questa fase il conduttore potrà anche muoversi per aiutare il cane nell’azione di cerca, ma sempre nel rispetto dei limiti impartiti dall’esperto giudice. L’esperto giudice nel caso in cui sia necessario, potrà avvicinare ulteriormente il binomio cane-conduttore in prossimità del punto di caduta del selvatico, in modo da poter valutare le doti di cerca, olfatto e riporto. Se anche in questa situazione il cane non riuscisse a portare a termine il riporto, non potrà ottenere una qualifica;

3 - il cane dovrà effettuare un riporto dall’acqua profonda.

Ciascun conduttore, con il cane al guinzaglio, deve seguire a breve distanza un altro partecipante durante tutte le fasi della prova, senza recare disturbo.

Il regolamento della prova attitudinale si trova come allegato A al regolamento nazionale delle prove di caccia per Retrievers.

Il Retriever Club Italiano, organizza delle prove chiamate “combinate”, in cui i Retrievers possono misurarsi ed essere valutati sia nella bellezza sia nel lavoro, ottenendo una classifica complessiva data dal punteggio avuto in raduno o mostra speciale e dal punteggio ottenuto in Working Test. Sono premiati: il migliore soggetto di ogni classe del working test (miglior Ddebuttante, miglior beginner, miglior novice, miglior open); i migliori soggetti (maschio e femmina) per ogni razza Retriever; il miglior soggetto assoluto, vale a dire il Retriever con il maggior punteggio, indipendentemente dalla classe, dalla razza e dal sesso.

Regolamento delle combinate

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo