Guardia delle risorse: preveniamo l'aggressività sulle location

A volte i cani scelgono un determinato posto della casa e lo considerano proprio, difendendone il possesso anche rispetto ai proprietari. Ѐ una cosa che accade molto spesso, ad esempio, con il divano. Fido si sdraia su di esso e quando proviamo a farlo scendere si rifiuta, arrivando a ringhiarci contro e nei casi estremi anche a mordere. Le possibili soluzioni qui sono due: la prima non permettere mai a Fido di salire sul divano, la seconda abituarlo a scendere e a salire sul divano su nostro comando.

Ecco come fare:

Quando il nostro cucciolo è sul divano, invitiamolo a scendere, attirando la sua attenzione e lanciando un bocconcino sul pavimento:

- pronunciamo la parola “ scendi” in tono chiaro, mentre il cucciolo sta scendendo per mangiare il bocconcino

- diciamo “ bravo”, quando il cane è sceso dal divano e subito prima che mangi il bocconcino;

- invitiamo il cane a risalire sul divano nello stesso modo, pronunciando stavolta la parola “sali” e procediamo come prima.

Ripetiamo più volte durante la giornata.

In una seconda fase, quando il cane esegue prontamente nel modo descritto in precedenza, procediamo come segue

- quando il nostro cucciolo è sul divano, pronunciamo la parola “ scendi” in modo chiaro

- quando Fido scende diciamo la parola “ bravo”;

- diamo al cane il meritato bocconcino.

Lo stesso avverrà per il salire sul divano:

- quando il nostro cucciolo è sul pavimento pronunciamo la parola “ sali”;

- quando il cucciolo esegue diciamo la parola “ bravo”;

- diamo al cucciolo il meritato bocconcino.

Ripetiamo più volte durante la giornata.

In questo modo, avremo insegnato al cane due nuovi comportamenti che ci potranno tornate molto utili. Potremo far salire il cane sul divano solo quando ne abbiamo voglia e, in ogni caso, dopo che Fido ha eseguito qualche semplice comportamento, per esempio, il seduto o il terra. Avremo sempre la possibilità di far scendere Fido dal divano quando ne sentiremo la necessità, senza incorrere in alcun problema di aggressività. Naturalmente, anche questo esercizio, come tutti gli altri che riguardano la prevenzione di comportamenti aggressivi da parte del cane, vanno fatti da tutta la famiglia - anche dai bambini - sotto l’attenta sorveglianza di adulti responsabili.


Tratto dal libro "Il cucciolo guida ad una serena convivenza con Fido" di Antonio Sciarratta

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo