Caratteristiche generali del cane (2/4)

Caratteristiche generali del cane (2/4)
Autore:
Orazio Costa
29 Ottobre 2011

[...] L’odore è costituito da molecole di particolari sostanze chimiche che si liberano nell’aria e che, raggiungendo la mucosa olfattiva posta all’interno del naso, la stimolano producendo impulsi nervosi che trasmettono l’informazione ad una zona preposta del cervello. L’ insieme dei centri olfattivi si presenta molto più sviluppato ed esteso nel cane rispetto all’uomo. La superficie occupata dalla mucosa olfattiva all’interno del naso di un uomo adulto è di circa 3-4 cm quadrati, mentre nel cane quest’ area è ripiegata in pliche ed occupa una superficie di quasi 120-130 cm quadrati. Per accogliere tale struttura il cane ha sviluppato un naso molto lungo (con qualche eccezione in alcune razze selezionate artificialmente dall’uomo). Anche il numero di cellule sensoriali presenti all’interno della mucosa olfattiva del cane è molto maggiore rispetto a quelle presenti all’interno della mucosa olfattiva dell’uomo. Infatti mentre un Pastore Tedesco possiede 220 milioni di cellule, un Fox Terrier 150 milioni ed un Bassotto Tedesco circa 120 milioni, un uomo ne possiede a malapena 5 milioni. Questi semplici dati ci forniscono un idea di quanto possano essere considerate limitate le capacita olfattive dell’uomo rispetto a quelle del cane. Un altro fattore in grado di potenziare la percezione degli odori è l’umidità del naso, che porta in soluzione le molecole presenti nell’aria, consentendo un contatto più intimo con la mucosa olfattiva. Mentre i cani da caccia riconoscono l’odore della selvaggina, analogamente i cani poliziotto, sfruttando il fatto che ogni essere umano emana con il suo sudore un odore tipico che lo caratterizza, riescono a ritrovare le persone scomparse o sepolte sotto le macerie. Anche la capacità acustica dei cani è assai sviluppata: essi possono percepire suoni di frequenza assai superiore a 20000 hertz (massima frequenza udibile, talora, dall’uomo). I cani riescono a percepire ultrasuoni fino ad una frequenza di 45000-50000 hertz. Alcuni studiosi parlano di frequenze ancora maggiori. In sostanza un cane è in grado di percepire a circa 20 metri di distanza un suono che un uomo non è in grado di percepire ad appena 5 metri di distanza. Inoltre un cane è capace di riconoscere la cadenza del passo di una persona nota o di distinguere, tra altri simili, il rumore del motore dell’ automobile del proprietario. Del resto a quanti proprietari di cani sarà capitato di tornare a casa, parcheggiare l’auto in giardino ed entrando in casa (dopo avere casomai preso l’ascensore) trovare il proprio cane scodinzolante che li attende dietro alla porta. A me personalmente è capitato spesso!

[continua]

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo