Il comportamento sessuale del cane: i problemi (1/2)

Il comportamento sessuale del cane: i problemi (1/2)
Autore:
Orazio Costa
30 Luglio 2011

Nei prossimi articoli illustrerò brevemente i problemi (sia maschili che femminili) associati al comportamento sessuale. Per quanto concerne i maschi, questi possono manifestare vari problemi ma in questa sede analizzerò: impotenza, carenza di socializzazione, timidezza. L’impotenza può essere una diretta conseguenza di un disturbo organico che affligge il maschio: questi, ad esempio, può avere un problema muscolo scheletrico come la displasia dell’anca. Oppure può avere artriti o dolorabilità post-traumatica agli arti posteriori. Questi dolori possono influenzare, negativamente, il comportamento riproduttivo del maschio. Comportamento che può risentire anche di una carenza di socializzazione. Infatti un cucciolo che non abbia avuto sufficienti contatti sociali può risentirne al momento dell’accoppiamento, con difficoltà od impossibilità nel portarlo a termine. La mancanza di contatti sociali, in giovane età, con i conspecifici, può comportare un mancato perfezionamento degli schemi motori del comportamento sessuale, inoltre questi schemi non sono stati neppure esercitati in un contesto sociale appropriato. Come diretta conseguenza di ciò si verifica che alcuni soggetti riescono a sopperire a questa mancanza di socializzazione, ma il loro comportamento sessuale (come molti altri loro comportamenti) non sarà mai normale in direzione e quantità. Questo comporta che l’inadeguata socializzazione o la mancanza di gioco prepubere con i conspecifici può determinare un inappropriato orientamento di monta durante l’accoppiamento (ad esempio il soggetto potrebbe tentare di accoppiarsi frontalmente o lateralmente). Per quanto concerne la timidezza, questa può interessare maggiormente alcune razze piuttosto che altre ed essere sia di origine genetica che appresa a seguito di esperienze negative. In casi estremi, soggetti che ne sono affetti possono giungere ad essere impotenti a causa di una forte inibizione ad accoppiarsi.

(nella foto: errato orientamento durante la monta)

[continua]

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo