Il lupo: i membri del branco (2/3)

Il lupo: i membri del branco (2/3)
Autore:
Orazio Costa
21 Luglio 2011

… In ciò un ruolo di notevole importanza lo giocheranno le altre femmine del branco. Queste, spesso zie dei cuccioli, possono rivestire il ruolo di balie giungendo, in caso di indisponibilità della madre ( per morte o altro ), anche ad allattarli. Aiutate in ciò dal fenomeno della pseudogravidanza che nelle femmine di lupo non accoppiatesi riveste un importante ruolo funzionale. In tale maniera il patrimonio genetico del branco ( rappresentato dai cuccioli ) non andrà perso. Non bisogna infatti dimenticare che spesso le rimanenti femmine del gruppo sono sorelle della femmina Alfa e quindi con lo stesso patrimonio genetico. Ed è quindi loro interesse tutelarlo. Il padre dei cuccioli è solitamente il maschio Alfa anche se in alcune circostanze può essere il maschio Beta ( il secondo in grado, tra i maschi, all’interno del branco ). A volte è lo stesso maschio Alfa a permettergli di accoppiarsi con la sua femmina, per le motivazioni illustrate nella precedente parte generale sul lupo. La femmina Alfa mantiene la sua posizione gerarchica di dominanza per 5-6 anni, mentre il maschio dominante, solitamente, decade dalla sua posizione di Alfa dopo 2-3 anni. Il maschio Beta: questi ricopre la seconda posizione gerarchica maschile all’interno del suo branco. In sostanza è il secondo in grado dopo il maschio Alfa. Ma mentre quest’ultimo gode di altissimo rispetto da parte degli individui subordinati del branco, il maschio Beta vede continuamente minacciata la sua posizione gerarchica dai subordinati medesimi che tentano di scalzarlo dalla sua posizione nella speranza, un giorno, di diventare i futuri individui Alfa. Per tale ragione, a differenza dell’esemplare Alfa, mostra un comportamento decisamente meno amichevole con gli altri individui costituenti il gruppo. Anche il maschio Beta si dimostra molto aggressivo con i lupi estranei. Collabora inoltre strettamente con il maschio Alfa e a volte con la sua femmina. I subordinati: nel caso di branchi di lupi costituiti da molti esemplari vi possono essere parecchi adulti ( di ambo i sessi ) di alto rango. Seguendo comunque una gerarchia, come accennato precedentemente, di tipo lineare ( A domina su B, B su C, C su D e A domina su B, C, D e tutti i rimanenti costituenti del branco ). Tolti gli esemplari dominanti, i rimanenti individui facenti parte del branco sono rappresentati dai subordinati, o sottomessi, e dai cuccioli. Il più periferico tra i subordinati è rappresentato dall’individuo Omega, che spesso diventa il bersaglio degli altri adulti. NELLA FOTO MONTARE SUL DORSO ( “ Mounting ”. Questa immagine, nel suo significato specifico, è stata descritta nei precedenti articoli sul lupo ). CONTINUA …

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo