Il lupo: il comportamento sociale (3/5)

Il lupo: il comportamento sociale (3/5)
Autore:
Orazio Costa
21 Luglio 2011

.... Come accennato il periodo degli accoppiamenti è un periodo piuttosto turbolento. In questo periodo vi possono essere lotte tra i maschi volte a riaffermare i ruoli nelle prime posizioni della scala gerarchica. Nella parte generale sul lupo ho accennato al fatto che, talvolta, con la femmina Alfa si può accoppiare il maschio Beta ( il secondo nella scala gerarchica dopo il maschio dominante Alfa ). Tale accoppiamento viene consentito dal maschio dominante stesso per le motivazioni elencate precedentemente nella sopra menzionata parte generale. Le continue tensioni, presenti all’interno del branco soprattutto durante il periodo dei calori, sono comunque tensioni controllate anche tramite un intreccio di legami tra gli esemplari componenti il branco medesimo. Tuttavia la femmina dominante può giocare il ruolo del vero leader ( talora più del maschio Alfa ) influenzando le azioni ed i comportamenti degli altri esemplari fino a decidere anche quale individuo debba essere esiliato. Come accennato precedentemente, la femmina leader utilizza con maggior frequenza i comportamenti dominanti durante il periodo degli accoppiamenti, quando deve impedire gli accoppiamenti delle altre femmine del branco. La struttura sociale dei lupi è molto complicata e richiede un grado di interazione molto elevato tra gli individui del branco. Questa necessità è maggiore durante la caccia, durante le manifestazioni volte a stabilire le gerarchie, durante l’insegnamento agli individui giovani del branco e durante le operazioni volte al mantenimento dei propri territori. Queste interazioni possono essere consentite solamente utilizzando un sistema di comunicazioni molto complesso. Anche lo stesso messaggio trasmesso tra due componenti del branco può essere trasmesso con intensità differente a seconda della posizione gerarchica ricoperta dai due “ interlocutori “ all’interno del branco medesimo. Mentre al maschio dominante basta un cenno per trasmettere un messaggio ed essere ascoltato, tra individui subordinati, il medesimo messaggio, deve essere trasmesso con maggiore forza ed intensità. Ciò si sposa pienamente con il fatto che il confronto sociale tra individui di pari grado si tramuta costantemente in una prova di forza. Questi messaggi spesso veicolano segnali di sfida e spesso evitano il passaggio alla fase successiva, il conflitto tra i due animali. In questa circostanza le relazioni interindividuali tra i due soggetti vengono poste in discussione e come conseguenza di ciò si ha un aumento della tensione e dell’aggressività, all’interno del branco, che coinvolge tutti i soggetti adulti. NELLA FOTO UN ESEMPLARE DI LUPO ALFA. CONTINUA ...

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo