La predisposizione canina al collasso indotto da esercizio

La predisposizione canina al collasso indotto da esercizio
16 Luglio 2019

Esiste un test del DNA che permette di stabilire se il proprio cane ha la predisposizione al collasso indotto dall'esercizio fisico (EIC) o se può trasmetterla a qualsiasi prole. L'EIC è una sindrome che solo di recente sta ottenendo l'attenzione che merita, ma è devastante, sia che si allevi il cane sia che sia semplicemente un amato animale domestico di famiglia.

Anche se il proprio cane non mostra alcun segno di EIC, occorre essere sicuri che non stia trasportando il gene passivamente, perché se accoppiato con un altro quattro zampe portatore del gene, i cuccioli potrebbero avere l'EIC. Il test del DNA dà tranquillità e anche se il proprio cane soffre di collasso, ma non ha il gene EIC, si sarà esclusa una causa importante e il proprio veterinario può concentrarsi su altre ragioni per la salute del cane.

Un cane con il gene EIC, ma ereditato solo da un genitore, apparirà normale. L'unico modo per stabilire se sta trasportando il gene è tramite il test del DNA per collasso indotto dall'esercizio fisico. Un cane che trasporta il gene da entrambi i genitori può sembrare normale la maggior parte del tempo. Tuttavia, quando prende parte ad attività un po' più faticose del solito, o molto eccitanti, potrebbe improvvisamente collassare. In genere, questo potrebbe accadere durante la competizione o l'allenamento, specialmente se fa molto caldo.

Le zampe posteriori del cane si indeboliscono e il cane non sopporta il proprio peso. Il cane diventa scoordinato e potrebbe semplicemente crollare. Questo a volte viene erroneamente diagnosticato come epilessia, perché il cane in genere si riprende abbastanza presto e non sembra zoppicare, o essere rigido. Tuttavia, i cani sono morti di EIC, quindi un test del DNA per collasso indotto dall'esercizio è un passo importante per scoprire la vera causa del problema.

La predisposizione canina al collasso indotto da esercizio

Gli allevatori potrebbero trovarsi ad affrontare la questione dei proprietari che restituiscono cuccioli o addirittura cani di due o tre anni, una volta che il problema EIC si manifesta. Devono sapere, quindi, se tutti i cuccioli che vendono sono geneticamente liberi dalla mutazione EIC.

Le persone che acquistano cuccioli che diventeranno cani da lavoro o da competizione devono essere consapevoli che un cane affetto da EIC dovrà essere tenuto lontano da esperienze stressanti. Per cui, saranno desiderosi di avere la certezza di test EIC chiari. I proprietari che desiderano semplicemente un animale domestico non vogliono avere il cuore spezzato nel vedere l'amato cane di famiglia in pericolo, anche loro vorranno sapere se il loro cucciolo è stato testato.

Il test del DNA per determinare la predisposizione genetica è semplice. Usando dei tamponi nella guancia interna del cane, si verifica se il cane trasporta o meno la mutazione associata alla EIC.

I risultati del test del DNA EIC posso essere di tre tipi:

-          Un risultato "clear" mostra che il cane ha ereditato due geni normali dai suoi genitori e sembrerebbe normale. Il cane non svilupperà EIC e non può trasmettere geni mutati a nessuna prole;

-          un risultato "carrier" indica che il cane ha ereditato una copia normale del gene e un gene mutato, ma sembrerà normale. Ciò significa che il cane ha il 50% di probabilità di passare la condizione di prole, ma non di sviluppare la condizione stessa. Laddove un potenziale compagno porta anche la mutazione del gene, il 25% della prole avrà due copie della mutazione;

-          un risultato "affected" indica che il cane ha ereditato due copie del gene mutato dai suoi genitori ed è altamente probabile che mostri segni clinici di EIC nel corso della sua vita. Trasmetterà la mutazione a qualunque prole.

 

 

 

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo