La dentizione nel cane

Intorno alla seconda/terza settimana di vita del cucciolo, ha inizio l’eruzione dei denti da latte che si completa intorno ai 55 giorni e permane fino a 100 giorni. Passati i 100 giorni, inizia l’eruzione dei denti definitivi e i primi denti definitivi sono i premolari.

Una delle prime e frequenti problematiche in cui si può imbattere il nostro amico a quattro zampe coincide solitamente con il periodo dell’eruzione dei denti definitivi, cui dovrebbe in contemporanea seguire la perdita dei denti da latte. Non sempre, però, il meccanismo di erosione delle radici dei denti da latte funziona, ma continuano a rimanere, per cui si hanno doppie dentizioni e presenza di denti in più. 

La persistenza di denti da latte, soprattutto dei canini, può portare in seguito a gravi problemi di occlusione ed è per questo che è consigliabile una visita veterinaria di controllo in questo periodo della vita del cucciolo. Infatti, spesso i canini da latte superiori persistenti spingono in avanti i definitivi, impedendo il fisiologico alloggiamento dei canini definitivi. Le conseguenze possono essere serie come, ad esempio, la crescita verticale in direzione del palato, che può provocare addirittura necrosi ossea. Inoltre, la persistenza dei denti da latte favorisce l’accumulo di residui alimentari, con una riduzione delle condizioni igieniche che danno origine a gengiviti e stomatiti.

La dentizione nel cane

È, quindi, strettamente necessario, non appena ci si accorge che i denti da latte non vengono persi fisiologicamente, ricorrere alla loro estrazione, che deve avvenire avendo cura che venga estratta l’intera radice.  Il cane può avere anche il problema inverso, ovvero la mancanza di uno o più denti. Questo accade soprattutto in razze toy.  Altre volte, invece, i denti sono presenti ma non escono, a causa del poco spazio o della presenza sempre del dente da latte. In questo caso, sarà il veterinario che inciderà la parte o leverà il dente da latte. 

Durante lo sviluppo della dentizione definitiva influiscono anche i fattori nutrizionali. Inoltre, farmaci, carenze vitaminiche, malattie infettive, gastroenteriti possono influenzare il colore e la struttura del dente, quindi è utile dare al cane gli integratori necessari, abbinati a un’alimentazione corretta. Occorre controllare, anche, le feci del cucciolo e l’appetito, per evitare anche malattie fisiche che il cucciolo può presentare.

Fra i 6 e i 7 mesi si ha dunque la completa eruzione dei denti definitivi e la loro crescita in lunghezza si è completa. A quest’età il dente si presenta molto sottile e fragile, è soggetto a frequenti fratture, si svilupperà in spessore nel tempo, quindi più il cane crescerà più lo spessore aumenterà. In questo modo si può anche capire l’età del cane.

Può capitare, quindi, che anche i cani abbiamo problemi alla dentizione  con conseguenza mal di denti. Se vi accorgete che il cane ha dolore alla bocca o ha una parte delle gengiva gonfia sarebbe utile portare il proprio amico a fare una visita veterinaria.

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo