Adotta a distanza un cane abbandonato: iniziativa IBL Banca con Enpa

Adotta a distanza un cane abbandonato: iniziativa IBL Banca con Enpa
Autore:
Cani.com
25 Luglio 2013

Per contrastare il randagismo e l’abbandono degli animali, fenomeno che soprattutto durante la bella stagione conosce un incremento preoccupante, IBL Banca promuove nella sua pagina Facebook la campagna “Adotta a distanza un trovatello Enpa con IBL Banca”, in collaborazione - per l’appunto - con l’Ente nazionale protezioni animali. Un’iniziativa che mira a sensibilizzare più persone possibili e a tenere viva l’attenzione su un problema di interesse pubblico, che ancora non si riesce a debellare e che ogni anno costa la vita a parecchi poveri quattro zampe. Un’idea - si legge in un articolo pubblicato sul sito web ambientequotidiano.it - che si basa sul coinvolgimento dei fan della pagina attraverso l’adozione a distanza di cani accuditi nei rifugi dell’Ente Nazionale Protezione Animali. Partecipare è molto semplice e non prevede un contributo economico da parte degli utenti, visto che per ogni adesione è IBL Banca a donare 1 euro a Enpa: basta andare nella sezione della pagina IBL Banca dedicata all’iniziativa ( http://bit.ly/IBLxENPA ), cliccare su “mi piace”, scegliere il trovatello a quattro zampe da adottare a distanza tra quelli presentati e invitare gli amici a partecipare. La condivisione è importante per divulgare l’iniziativa e incrementare la donazione da parte di IBL Banca, fino a un massimo di 10mila euro. "Questa iniziativa - dichiara in una nota Marco Bravi, responsabile della comunicazione di Enpa - consolida una collaborazione che speriamo si perpetui nei prossimi anni. L'attenzione di IBL Banca per gli animali non si ferma solo alla comunicazione, con il simpatico bassotto, ma dà un contributo concreto di risorse a chi, come ogni sezione Enpa, mette già in campo tutta la passione e il tempo possibile". Nella pagina Facebook di IBL e su iblbanca.it sono pubblicate - a cura dal Centro Nazionale Comunicazione e Sviluppo Enpa - storie e immagini di alcuni cani che oggi vivono nei rifugi dell’Ente per cui, in attesa dell'accoglienza in una vera casa, Enpa e i suoi volontari provvedono direttamente a vitto, cure e alloggio. Il contributo di IBL Banca per le adozioni a distanza permette, quindi, di assicurare quanto occorre quotidianamente ai trovatelli sottratti al randagismo, spesso causa di disagi e rischi anche per le persone, con particolare riferimento alla sicurezza stradale. La collaborazione tra IBL Banca e l’Ente Nazionale Protezione Animali è nata nel 2011 con un’iniziativa volta a far conoscere la realtà dei cani ex combattenti, il nuovo progetto conferma l’impegno nei confronti dei quattro zampe.

 

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo