Cane abbandonato nelle acque dell’oceano: salvato!

Cane abbandonato nelle acque dell’oceano: salvato!
Autore:
Cani.com
10 Gennaio 2014

Alcuni pescatori, mentre stavano tenendo una battuta di pesca nelle acque oceaniche di Tampa Bay in Florida, si sono imbattuti in un fagottino in evidente stato di difficoltà: un quattro zampe impaurito e stremato da tante ore trascorse in acqua. Issato sulla barca, l’hanno tranquillizzato e condotto presso il porto turistico di Demens Landing Park, dove è stato preso subito in cura da Antony Basile - proprietario di una barca in cui vive - che aveva individuato i due pescatori durante l’attracco. Non si sa con certezza se il cagnetto sia stato perso o tristemente abbandonato, ma di certo adesso si trova in mani sicure. Secondo quanto riportato dai media americani e come si apprende da un articolo pubblicato sul sito greenstyle.it, l’uomo che adesso si sta occupando di Baby - questo il nome della cuccioletta - avrebbe immediatamente controllato il collare che l’animale porta al collo, ma al numero di telefono riportato sul retro della medaglietta a esso appesa non ha risposto mai nessuno. Il contatto, infatti, sembrerebbe inattivo, staccato, probabilmente non aggiornato correttamente. Questo potrebbe avvalorare l’ipotesi che, in realtà, la cucciola sia stata abbandonata. Baby, del tutto incapace a cavarsela da sola, sembra il classico cane di casa. Antony ha faticato non poco a convincere l’animale a fidarsi di lui, fino a fargli accettare cibo e acqua che rifiutava categoricamente. Dopodiché, trascorso il periodo di assestamento, ha portato Baby dal veterinario, che ha individuato un chip appartenente al distretto di Miami. Ma nonostante la zona sia stata localizzata, non è stato rintracciato il proprietario. Antony spera ancora che la famiglia d’origine della cagnetta possa - dopo tutta la pubblicità fatta nel frattempo dai media - farsi viva e riprendersi cura di lei. L’uomo, comunque, assicura che garantirà una nuova vita per Baby. Per il momento si attende, però, un riscontro dall’eventuale proprietario prima di attivare le pratiche per la nuova adozione.

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo