Cane salvato a più di 200 km dalla costa

Cane salvato a più di 200 km dalla costa
Autore:
Cani.com
17 Aprile 2019

Galleggiava, accanto a due piloni d’acciaio che sostengono una piattaforma petrolifera situata nel bel mezzo del Golfo della Thailandia, a più di 200 chilometri dalla terraferma. Non un pesce, ma un cane. È lo straordinario ritrovamento fatto, lo scorso 12 aprile, da alcuni operai durante alcuni controlli di routine sulla piattaforma. Immediate le operazioni di soccorso, che hanno permesso di trarre in salvo l’animale, una femmina ribattezzata Boonrod, affidata al momento all’associazione animalista Watchdog Thailand.

Cane salvato a più di 200 km dalla costa

Stando a quanto riportato dai media e testimoniato anche da un video, la cagnetta sarebbe stata issata sul ponte della piattaforma petrolifera tramite una gru e una specie di gabbia, legata a grosse funi. La quattro zampe era visibilmente stremata e infreddolita, non si sa come sia finita in acqua e per quanto tempo abbia nuotato senza poter bere dell’acqua dolce. Una volta salvata, subito l’operaio che si è reso protagonista del salvataggio, Khon Vitisak, ha provveduto a portarle un secchio per dissetarsi. Per lei, dopo, anche coccole e cibo. L’arrivo sulla terraferma sarebbe avvenuta grazie a una petroliera di passaggio. La povera cagnolina, che ha comunque ha dimostrato di avere una grande vitalità, attende adesso di essere adottata da qualcuno che se ne occupi amorevolmente.

 

 

 

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo