Cina, ritorna la sagra della carne di cane: petizioni on line

Cina, ritorna la sagra della carne di cane: petizioni on line
Autore:
Cani.com
30 Maggio 2016

Arriva come ogni anno, dal 21 giugno e per 10 giorni, il Dog Meat Festival. Si tratta della sagra del cane che si svolge a Yulin, nella Cina del Sud, e che vede l’allestimento di una sfilza di bancarelle dove il miglior amico dell’uomo viene cucinato in ogni modo.

Purtroppo è un fenomeno non nuovo, che da tempo ormai animalisti e cittadini di tutto il mondo denunciano. I cani che vengono cucinati provengono per la maggior parte dalla strada o da furti di animali domestici. Si tratta - si legge in un articolo pubblicato su vanityfair.it - di 15mila cani catturati, torturati, uccisi a bastonate e con coltelli conficcati nella gola, scuoiati e bolliti vivi. Una manifestazione nata 6 anni fa, nel 2010, grazie all’iniziativa di alcuni venditori, con l’intento di creare un evento annuale in grado di attrarre turisti e promuovere così il consumo di carne canina.

Cina, ritorna la sagra della carne di cane: petizioni on line

Per far fronte a questo orrore, il sito avaaz.org ha lanciato una petizione, sottoscritta all’incirca da 2.400.000 persone e indirizzata al presidente cinese Xi Jinping, al governatore della provincia Guanxi Chen Wu e ai membri del Governo centrale cinese. Un’altra petizione, inoltre, è stata lanciata dal quotidiano The Sun, sponsorizzata - si legge su ilfattoquotidiano.it - da più di 11.000 sostenitori , fra cui Simon Cowell, Paris Hilton e Ricky Gervais, e visibile sulla piattaforma change.org.

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo