Corte di Cassazione: “In casa, in presenza di estranei, meglio cani grandi con la museruola”

Corte di Cassazione: “In casa, in presenza di estranei, meglio cani grandi con la museruola”
Autore:
Cani.com
04 Giugno 2013

Non stare attenti al proprio quattro zampe di grossa taglia e tendenzialmente “pericoloso” può comportare una condanna per i reati di lesioni personali gravi - se il cane arriva ad aggredire e a far male a qualcuno - oltre che di omessa custodia. Ѐ quanto accaduto al proprietario di un Pastore tedesco, che aveva lasciato incustodito il proprio cane dandogli la possibilità - si legge in un articolo pubblicato sull’agenzia di stampa che si dedica al mondo degli animali, GeaPres - di dare un morso a un ospite durante una festa in giardino, provocandogli delle ferite non di poco conto. Ѐ così che, con la sentenza 23352 risalente allo scorso 30 maggio, la quarta sezione penale della Cassazione ha condannato l’uomo. Lo rende noto in suo comunicato l’ANMVI, ovvero l’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani. A quanto pare - si legge nella nota - il Pastore tedesco, dopo avere mantenuto un comportamento tranquillo, ha reagito contro l’ospite dopo che inavvertitamente quest’ultimo gli aveva pestato una zampa. La giustificazione, sollevata dal proprietario e accolta in sede di primo grado di giudizio, non è però stata ritenuta valida dalla Corte di Cassazione che ha dichiarato: «La norma prudenziale che impone la custodia di un animale, ancor più, quando trattasi di un cane
di razza di grossa taglia e tendenzialmente pericoloso, è stata violata dal proprietario, e di conseguenza alcuna censura può muoversi alla sentenza impugnata». Dai fatti, infatti, è derivato un danno alla persona. Niente, invece, sarebbe successo se il quattro zampe fosse stato precauzionalmente dotato di museruola oppure custodito in un luogo non accessibile. Per la Corte di Cassazione era compito del proprietario tener conto del fatto che si trattava di un cane di grossa taglia, considerato anche che un Pastore tedesco “non può certo definirsi da salotto o da grembo”. La condanna è stata così inflitta per lesioni personali gravi e omessa custodia. Tale sentenza ribadisce ancora una volta quanto sia importante, nel momento in cui si decide di prendere con sé un cane, essere prudenti e responsabili delle sue azioni. Ciò vale ancora di più se si tratta “di un cane di razza di grossa taglia e tendenzialmente pericoloso”. Purtroppo, invece, alcuni padroni non sono abbastanza attenti ai propri cani, facendo sì che accadano episodi spiacevoli che la stampa poi è pronta a sbattere in prima pagina, designando i nostri poveri amici a quattro zampe solo come degli esseri pericolosi.

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo