Educazione di base (4/4)

Educazione di base (4/4)
14 Febbraio 2011

Esercizio n° 2: lasciate il vostro cane libero in uno spazio assolutamente sicuro e privo di pericoli e distrazioni e, quando si allontana un po’ troppo, richiamatelo cercando di attirare la sua attenzione in ogni modo, con il fischietto, con un battito di mani, con dei gesti e, se si tratta di un cucciolo, mettendovi in ginocchio e, appena il cane torna da voi, elargitegli del cibo (le solite crocchette), facendogli un mare di complimenti. Il mio consiglio è quello di effettuare questo esercizio per step: in un primo tempo, da soli voi ed il cane: quando credete che il vostro Labrador abbia perfettamente assimilato il comando del rientro e questo vuol dire che, qualunque cosa stia facendo, al vostro richiamo si gira immediatamente e vola da voi (spesso le persone vengono da me convinte che il proprio cane abbia un ottimo richiamo mentre, in realtà, alla minima distrazione, il cane sembra totalmente sordo!!!) allora è il momento di inserire altre persone, in modo che fungano da distrazione: se il vostro cane torna da voi anche in presenza di altri, che magari nel frattempo lo coccolano e cercano di distrarlo, siete pronti per inserire nell’esercizio un altro cane, magari di sesso opposto, che costituisca un ulteriore elemento di distrazione. Io consiglio di inserire in un primo tempo un cane già educato, in modo da non correre il rischio di vedere i due cani volatilizzarsi: solo nel momento in cui il vostro cane rientra anche in presenza di tali distrazioni, allora siete pronti per la prova “giardini pubblici”!!! Ricordatevi comunque di non richiamare i vostri cani solo per mettere loro il guinzaglio e portarli via dal loro parco giochi, altrimenti assoceranno il richiamo alla fine del divertimento e, alla lunga, non torneranno da voi: richiamateli per premiarli e lasciarli liberi di nuovo di giocare così, quando sarà l’ora di tornare a casa, non avrete difficoltà a riprenderli. Un tipo di esercizio avanzato per testare il richiamo di un cane (ma questo presuppone che il cane conosca il “resta”) è quello di lanciare una pallina, mentre il cane è seduto e dargli la possibilità di scegliere tra voi e la pallina: se il cane tornerà da voi, poi mandatelo a riportare la pallina, come premio. Il richiamo è uno di quegli esercizi che vanno ripetuti per tutta la vita, per avere la garanzia di poter controllare il vostro cane, soprattutto in caso di pericolo: durante qualunque passeggiata io faccia con i miei cani già adulti e quindi, già educati, provo spesso a richiamarli, soprattutto nel momento in cui stanno facendo qualcosa di divertente, proprio per mettere alla prova il loro ritorno e non perdo occasione per premiarli con coccole e mille complimenti: pensate che, durante una giornata di lavoro, i nostri cani devono tornare da noi, se richiamati, anche in presenza di una preda che gli sfreccia davanti! elocost@tin.it

VOTO DEGLI UTENTI

TAGS

Commenta l' articolo