Ethan, il bimbo che rinuncia ai regali di compleanno per aiutare i trovatelli a quattro zampe

Ethan, il bimbo che rinuncia ai regali di compleanno per aiutare i trovatelli a quattro zampe
Autore:
Cani.com
03 Luglio 2014

Un piccolo angelo di soli 9 anni - Ethan, residente con la sua famiglia a Stevensville nel Maryland (Usa) - disegna magliette da vendere sul web, per raccogliere fondi a favore degli animali abbandonati e salvarli così dalle strutture dove praticano l’eutanasia. Tutto ciò rinunciando ai regali di compleanno, che normalmente un bambino della sua età è solito richiedere e desiderare. Un gesto che gli fa tanto onore, soprattutto considerato che molto spesso i grandi - da cui i bimbi dovrebbero prendere esempio - si rendono protagonisti di tristissime e crudeli storie di maltrattamento nei confronti dei nostri amici a quattro zampe. Dai suoi genitori, invece, Ethan ha ereditato il grande amore per i cani, si aggiunge a ciò una sua personale grandezza d’animo. Due elementi che fanno di lui un bambino davvero speciale. Quando la madre Lisa Katz ha chiesto a suo figlio che cosa avrebbe voluto per il suo nono compleanno, la risposta del piccolo Ethan è stata, infatti, straordinaria: aiutarlo a mettere in atto la sua idea, ovvero disegnare e vendere magliette per dare una “zampa” ai pelosetti meno fortunati. Detto, fatto. E, grazie al suo grande impegno, il bimbo è riuscito a raccogliere entro la data del suo compleanno (29 maggio) ben 2640,39 dollari, denaro che ha permesso di salvare diversi cani. Ethan - così come spiega la sua mamma - “è un amante appassionato dei cani, lo è sempre stato”. Soprattutto da quando la sua famiglia ha deciso di adottare due cani: un Golden Retriever di nome Fly e una mini Golden Retriever di nome Brooklyn (soprannominata Lady), che è stata presa in affido da cucciolo dal Foster City Dogs Rescue - un’organizzazione no-profit che salva i cani da rifugi sovraffollati o che praticano l’eutanasia e cerca per loro una famiglia - per poi pochi mesi dopo essere adottata definitivamente. È stata proprio questa cagnolina a ispirare il piccolo Nathan: “L’ho fatto per i miei due cani, per il rifugio - spiega in un video il bambino - e perché amo i cani e volevo salvarne uno o due”. Così è iniziata la vendita delle magliette sul sito Booster. All’inizio il piccolo pensava di venderne circa 75, ma poi l’iniziativa ha avuto successo e ha raggiunto quota 345: a un mese di distanza l’importo raccolto ha già raggiunto l’importo di oltre mila 6350 dollari, salvando così la vita a oltre 30 cani.

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo