Fido dal veterinario? Arriva il “Pet Taxi”!

Fido dal veterinario? Arriva il “Pet Taxi”!
Autore:
Cani.com
13 Marzo 2013

Non si ha tempo a sufficienza per portare il cane dal veterinario? Il medico è troppo distante? Gli acciacchi e l’età avanzata ci rendono impossibilitati agli spostamenti? Non si desidera sporcare l’auto, mettendola a disposizione del proprio peloso e magari riempiendola di peli (senza considerare “imprevisti” come cacca e pipì)? Tranquilli, a Roma e a Milano arriva il “Pet Taxi”, un parco vetture adibite al trasporto veterinario, pensate per andare a ritirare cani e gatti a domicilio. Un servizio a disposizione di tutte quelle persone che, per svariati motivi, hanno una certa difficoltà a recarsi dal veterinario con il proprio amico a quattro zampe. L’iniziativa - si legge in un articolo pubblicato sulla pagina animalista de lastampa.it - è di Farmina Pet Food, in collaborazione con la Scivac (Società Culturale Italiana Veterinari per animali da Compagnia). Con il “Pet Taxi”, gli animali domestici vengono ritirati dall’abitazione, portati dal loro medico e poi riaccompagnati a casa. Il proprietario può decidere di seguire l’amico a quattro zampe o di attenderlo al ritorno, qualora fosse troppo impegnato. Il tutto avviene con l’aiuto di personale specializzato: su ogni vettura, infatti, sarà presente un educatore cinofilo, che si preoccuperà di gestire al meglio non solo il lato comportamentale dell’animale, ma anche le situazioni d’emergenza, e al proprietario darà eventuali istruzioni su come meglio rapportarsi con il proprio animale. Il servizio - come si apprende da pets.greenstyle.it - prevede la massima coordinazione e collaborazione con i medici e, proprio per questo, funziona con prenotazione sia alla Scivac sia dal veterinario. L’obiettivo è di rendere accessibili a tutti gli animali le cure di cui hanno bisogno, oltre che garantire agli stessi medici delle agende più leggere e ordinate grazie a un planning efficiente delle visite. I proprietari di cani vi possono fare ricorso anche per far portare il proprio adorato peloso presso un’altra struttura o clinica veterinaria per visite specialistiche o esami particolari Insomma, il “Pet Taxi” vuole essere un servizio aggiuntivo per tutte quelle persone che possiedono dei cani o dei gatti, un vero e proprio servizio a misura di quattro zampe, considerato che la vita moderna e il periodo di crisi che stiamo attraversando lasciano poco tempo alle famiglie per occuparsi di tutte le questioni extra, come - purtroppo - la corretta cura degli animali domestici. Per adesso è solo disponibile in due città, ma chissà che in futuro non posso estendersi nel resto del territorio italiano.

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo