Fido fa gli occhioni dolci? Si è evoluto per questo!

Fido fa gli occhioni dolci? Si è evoluto per questo!
Autore:
Cani.com
09 Gennaio 2014

A quale proprietario di cane non è mai capitato di sciogliersi e intenerirsi dinanzi agli occhioni dolci del proprio amico a quattro zampe, che magari fa dopo aver combinato una marachella o, comunque, qualcosa che gli era stato proibito? Una tattica dettata dell’evoluzione! Sì, perché - stando a uno studio condotto da alcuni ricercatori dell’Università di Portsmouth, in Inghilterra - i volti dei cani si sarebbero modificati in risposta alle preferenze umane, attratti come siamo da animali con caratteristiche infantili e che ricordano i bambini. Basti pensare, ad esempio, agli occhi dolci sfoggiati dai cuccioli, la dolcezza per eccellenza, a cui la maggior parte di noi non riesce a resistere. A tale risultato i ricercatori inglesi - in collaborazione con il Waltham Centre for Pet Nutrition - sono giunti, utilizzando uno strumento di nuova concezione chiamato DogFACS, volto ad analizzare proprio le espressioni facciali dei cani, e concentrandosi su 27 cani di razza Staffordshore Bull Terrier e razza Mastiff di età compresa tra i sette mesi e gli otto anni. In poche parole, come si legge in un articolo pubblicato sul sito web greenme.it, tale dispositivo conta il numero di volte in cui i nostri amici a quattro zampe alzano le sopracciglia e sgranano i loro occhietti - riproducendo una tipica espressione infantile - nel momento in cui si avvicina loro un potenziale “padrone”. Così facendo, si è scoperto che i cani che hanno prodotto questi movimenti hanno attratto a sé un proprietario più rapidamente di quelli che, invece, non hanno fatto la stessa cosa. Ciò a sostegno della tesi secondo cui gli esseri umani trovano gli occhi grandi più attraenti, non solo nei neonati umani, ma anche negli animali. In realtà, secondo uno degli autori dello studio (Bridget Waller, esperto di evoluzione della comunicazione sociale presso l’Università di Portsmouth), i cani che hanno ereditato dai lupi questa capacità sono “più tollerati dagli umani”, mentre il co-autore, il dottor Kaminski, afferma che: “Poco si sa circa l'addomesticamento dei lupi ed è probabile che sia stato un processo evolutivo complesso, ma è chiaro che specifiche caratteristiche fisiche siano state attivamente selezionate a partire da lupi addomesticati per diventare cani, ma potrebbero essere state inoltre selezionate altre funzioni inconsciamente”. Che dire. Se Fido fa gli occhioni dolci, ora sappiamo perché: in realtà, non sta altro che facendoci un favore e allettarci la vista!  

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo