Florida, mille cani salvati da un pilota d’aereo

Florida, mille cani salvati da un pilota d’aereo
Autore:
Cani.com
21 Giugno 2012

Si chiama Jeff Bennett ed è un imprenditore di 53 anni, con la grande passione degli aerei. Non solo. Il suo grande amore sono pure gli animali, non a caso possiede quattro cani. Proprio per questo motivo, l’uomo da tre anni è impegnato a salvare i quattro zampe in difficoltà, mettendo a disposizione il suo piccolo bimotore. Jeff, infatti, è un volontario della Pilots N Paws, un’organizzazione statunitense che si preoccupa di raggiungere quei canili in sovraffollamento, in cui molti pelosi sono condannati all’eutanasia, per recuperare i cani in esubero e distribuirli in strutture più libere. Per fare ciò si ricorre a piccoli aerei, così che il trasporto sia rapido e tempestivo, soprattutto nelle situazioni di estrema urgenza. Il tutto avviene a spese dei volontari. Jeff fa parte di tale associazione da più di tre anni ed è l’unico, tra ben 28.000 associati, ovviamente non tutti piloti, che è riuscito a trarre in salvo finora ben mille animali. Non solo cani, ma anche qualche gatto, alcuni serpenti e addirittura un maialino salvato dal macello. Insomma qualsiasi genere di animale che abbia bisogno di una mano d’aiuto. «Ѐ una cosa - spiega il pilota-eroe - che mi dà grande soddisfazione e che mi dà un grande ritorno in termini di felicità e serenità». Una passione così grande, da mettere in secondo piano qualsiasi tipo di preoccupazione in termini di denaro, nonostante tale impegno nei confronti degli animali più sfortunati costi all’uomo 16 mila dollari l’anno. Jeff non accenna a volersi fermare, anzi sembra proprio non voler mollare: in questi anni ha sfidato bufere, uragani e tornado, rischiando spesso anche la vita pur di salvare i suoi adorabili amici a quattro zampe. Ha perfino rimosso i sedili in più del suo aereo, in modo da trasportare più gabbie per gli animali. Recentemente ha tagliato il traguardo del millesimo cane salvato, festeggiato con tanto di cappellino, coccole e cose buone da mangiare. Il nome del fortunato è Rex. Adesso si è arrivati addirittura al mille e duecentesimo. Purtroppo, in America, il numero dei pelosetti in difficoltà è piuttosto alto: «Tante persone non si rendono conto di quanto grave sia la situazione. Spero che più persone - spiega l’uomo - si rendano conto di quanto sia importante sterilizzare o castrare i loro animali domestici per evitare la sovrappopolazione». In ogni caso, l’impegno di Jeff è ammirevole: che possa essere da esempio per tanti altri.

 

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo