I Subsonica dedicano il brano “Liberi tutti” ai beagle di Green Hill

I Subsonica dedicano il brano “Liberi tutti” ai beagle di Green Hill
Autore:
Cani.com
24 Agosto 2012

Il famoso gruppo musicale dei Subsonica ha deciso di concedere l’utilizzo gratuito del loro brano “Liberi tutti”, come sottofondo al videoclip realizzato dalla Lega anti vivisezione (Lav) sulla liberazione del beagle di Green Hill, l’allevamento di Montichiari in provincia di Brescia, sottoposto a sequestro un mesetto fa. In questa maniera la band intende sostenere il duro lavoro dell’associazione animalista con la propria musica. Il filmato (per visualizzarlo: http://www.youtube.com/watch?v=rNaXwDJrLrI) racconta, per l’appunto, il salvataggio dei cani allevati per la vivisezione e il brano dei Subsonica che lo accompagna si presenta come la colonna sonora ideale. Secondo quanto riportato da un articolo pubblicato sul Corriere della Sera, si apprende che la Lav ringrazia il gruppo musicale, Emi Music Italy e Warner Chappel Music Italiana per l'utilizzo gratuito del brano e per il sostegno offerto alla sua battaglia, e ricorda che a partire da ieri, a Brescia presso il Comando provinciale del Corpo forestale dello Stato, sono riprese le operazioni di affidamento degli ultimi beagle dell'allevamento di animali per i laboratori di ricerca, posti sotto sequestro. Allo stesso tempo, l’associazione invita a visionare il video “Liberi tutti” e a condividerlo il più possibile sul web. Gli affidi dei beagle rimasti all’interno dell’allevamento lager di Montichiari erano stati sospesi lo scorso 9 agosto per decisione dei medici veterinari ausiliari della Polizia giudiziaria per il Corpo Forestale dello Stato. Adesso le operazioni proseguiranno nei giorni concordati dalle associazioni nominate custodi giudiziari e dal Corpo Forestale di Brescia, su indicazione degli stessi medici veterinari ausiliari, che hanno il compito di valutare le condizioni di salute e l'età degli animali. Nei primi dieci giorni di operazioni di affidamento dei beagle di Green Hill, sono in totale 2115 i cani che hanno già trovato una casa in cui iniziare una nuova vita. I custodi giudiziari Lav e Legambiente continueranno le operazioni fino al completo svuotamento di Green Hill. Allo stesso tempo si occuperanno di tenere sotto controllo i beagle affidati, mentre compito del Corpo Forestale dello Stato sarà proseguire il monitoraggio dell'allevamento. Ora tocca alle povere mamme dell'allevamento lager di Montichiari essere affidate. Si tratta di 35 femmine tra i 2 e i 5 anni, sotto custodia giudiziaria di Legambiente. «Riconquistare una normale vita da cane per loro può essere complesso, per questo - spiega Cristina Dominici, educatrice cinofila dell’associazione - è necessario che gli affidatari siano persone seriamente motivate, con esperienza e una buona dose di pazienza».

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo