Il proprietario viene ricoverato, i suoi cani lo aspettano sulla soglia della porta dell'ospedale

Il proprietario viene ricoverato, i suoi cani lo aspettano sulla soglia della porta dell'ospedale
Autore:
Cani.com
14 Dicembre 2018

È una foto che sta facendo il giro del mondo quella che ritrae i cani di un povero clochard, Cesare, attendere pazientemente il proprio proprietario sulla soglia dell’ospedale, il Regional Alto Vale di Rio do Soul in Brasile, in cui si trova ricoverato. A scattarla una giovane infermiera, Cris Mamprim, che ha poi postato l’immagine sul proprio profilo Facebook, facendola diventare in poco tempo virale e intenerendo il cuore di migliaia di internauti. In effetti, è una fotografia che racchiude bene tutta la fedeltà di cui il migliore amico dell’uomo sa essere capace.

Il proprietario viene ricoverato, i suoi cani lo aspettano sulla soglia della porta dell'ospedale

“Con tanta gente malvagia in giro, oggi ho visto questa scena. Nell’ospedale in cui lavoro, alle 3 del mattino, mentre il loro proprietario (un senzatetto) veniva ricoverato, i suoi amici lo aspettavano alla porta. Una persona semplice, senza lusso, che si affida agli aiuti altrui per sfamarsi, per superare il freddo, i dolori, le cattiverie del mondo. Al suo fianco ha i migliori compagni e lo scambio è reciproco. Uno scambio d’amore, di affetto, calore e comprensione”, è quanto spiega la giovane infermiera nel proprio post, così come riporta il tempo.it. E aggiunge ancora: “L’uomo ci ha confessato che si toglie il pane di bocca per nutrirli. Non so come sia la sua vita, perché vive per strada e non voglio saperlo né giudicare, ma ammiro il rispetto e l’amore che ha per i suoi animaletti. Vederli così, aspettare sulla porta, mostra solo quanto sono ben curati e amati. Oh se tutti fossero così.... se non avessero cattiveria e non facessero maltrattamenti”. In seguito alla risonanza che questa bellissima storia di Natale ha avuto, il senzatetto ha anche ricevuto offerte di aiuto.

 

 

 

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo