Il Tar: “I Comuni non possono vietare i cani in spiaggia”

Il Tar: “I Comuni non possono vietare i cani in spiaggia”
Autore:
Cani.com
18 Giugno 2019

La presenza di cani lungo il litorale non può essere bandita dalle amministrazioni comunali. È quanto deciso dal Tar con la sentenza 176 dell’11 marzo 2019, a proposito di un’ordinanza del Comune di Latina che vietava la presenza dei quattro zampe in spiaggia durante la stagione balneare, anche se provvisti di museruola e guinzaglio.

Il Tar: “I Comuni non possono vietare i cani in spiaggia”

Per i giudici si tratterebbe di una scelta “irragionevole e illogica”, poiché - riporta greenstyle.it - i Comuni hanno il potere di destinare delle aree apposite ai cani che stanno sui litorali, oppure vietarne l’accesso in certi orari o in determinate situazioni. Motivo per cui, non può essere imposto loro un divieto assoluto di permanenza sulle spiagge, così come d’altra parte già deciso dal Tar in un caso simile avvenuto in Calabria nel 2014. Non permettere mai l’accesso dei quattro zampe sul litorale, infatti, andrebbe a incidere negativamente “sulla libertà dei proprietari dei cani”, comportando delle diseguaglianze. Questo non toglie che i padroni siano chiamati ad utilizzare delle accortezze, come tenere sotto controllo il proprio pet evitando che disturbi gli atri, dotarsi di guinzaglio e raccogliere le eventuali deiezioni contribuendo a mantenere pulito la spiaggia.

 

 

 

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo