Per mesi agonizzante in una discarica: una nuova vita per Miley

Per mesi agonizzante in una discarica: una nuova vita per Miley
Autore:
Cani.com
16 Dicembre 2013

Miley è la protagonista di una delle tante storie di abbandono che quotidianamente vengono riportate dalla cronaca, ma tale vicenda commuove particolarmente per le condizioni strazianti in cui è stata trovata la cagnetta, avvistata da alcuni passanti ormai allo stremo delle sue forze all'interno di una discarica di Los Angeles. Sola, triste, deperita e denutrita, con il pelo a ciuffi e le ferite esposte, Miley - così si apprende da un articolo pubblicato sul sito animalista greestyle.it - attendeva solitaria la morte tra materassi rotti, sporcizia, detriti, stracci e copertoni. In realtà per lei la vita si era già interrotta mesi fa, da quel giorno in cui era stata gettata e abbandonata come un rifiuto dai suoi proprietari. A trarla in salvo da questo degrado e da questa esistenza-non esistenza è stata, per fortuna, l’associazione americana no-profit Hope For Paws, purtroppo abituata a imbattersi frequentemente in situazioni di tal genere. Gli stessi membri del gruppo animalista sono rimasti fortemente colpiti dalla drammatica vicenda di Miley, un esemplare bellissimo di Husky, che come tanti altri cani ha avuto la sfortuna di conoscere da vicino la crudeltà e l'insesibilità di cui può essere capace il suo amico umano. Il co-fondatore dell'assocaizone, Eldad Hagar, racconta che la discarica il cui la cagnetta si è ritrovata a sopravvivere per mesi sembrava - al momento del salvataggio - travolta da uno tsunami, mentre la stessa pelosetta giaceva su un materasso completamente privo di forze. Come la prassi vuole, il volontario si è avvicinato al cane con calma, consentendo a Miley di tranquillizzarsi e rasserenarsi. Poi, ha cercato di guadagnarsi la sua fiducia offrendole del cibo e così, dopo un’ora, è riuscito a caricarla sulla sua macchina. Trasportata d’urgenza al centro dell’associazione, la povera trovatella è stata subito visitata, con una diagnosi di rogna, infezione batterica, parassiti, malnutrizione e molto dolore fisico. Ora, dopo due settimane di cure intensive, cibo, bagni per cicatrizzare le ferite della rogna e tanto amore, il cane ha recuperato peso e vitalità, e non aspetta altro che riprendersi completamente per essere affidata a qualcuno di buon cuore. A farle compagnia nel frattempo, il nuovo e piccolo amico Frankie, un mini Chihuahua salvato da una tubatura di scarico. I due sono ormai diventati inseparabili e si sostengono a vicenda, come due veri e grandi amici. 

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo