Nei negozi solo trovatelli a quattro zampe. L'iniziativa di San Francisco

Nei negozi solo trovatelli a quattro zampe. L'iniziativa di San Francisco
Autore:
Cani.com
21 Febbraio 2017

La città statunitense di San Francisco segna una svolta nella lotta al fenomeno degli abbandoni: con una nuova legge, infatti, il consiglio comunale consentirà ai negozi di animali di vendere, d’ora in poi, solo cani e gatti abbandonati o provenienti da canili o gattili cittadini. Multe salate per chi non rispetterà il provvedimento.

L’ordinanza non stabilisce solo la vendita di animali randagi, ma prevede anche controlli più serrati nei negozi. Sarà proibito vendere, infatti, cuccioli di età inferiore ai due mesi, come già avviene a Los Angeles, San Diego, Chicago, Philadelphia, Boston e Austin. 

Nei negozi solo trovatelli a quattro zampe. L'iniziativa di San Francisco

Inoltre, si cercherà di migliorare le condizioni in cui gli animali sono costretti a stare. Sono purtroppo ancora molti i negozi, dove i quattro zampe di sesso femminile vengono tenuti prigionieri in gabbie metalliche sporche, con l’unico scopo di sfornare cuccioli destinati alla vendita.

“Con questo voto, San Francisco ha dimostrato - dichiara, come riporta l’Independent, Mimi Bekhechi, direttore dei programmi internazionali della People for the Ethical Treatment of Animals (Peta) - di essere una città progressista e attenta ai milioni di cani e gatti in disperato bisogno di un riparo”.

Si spera tanto che tal iniziativa funzioni da “deterrente, impedendo - aggiunge Bekhechi - la vendita irresponsabile di animali da allevamenti dove avviene una produzione di massa, come in una catena di montaggio”. I nostri amici a quattro zampe, infatti, hanno tutto il diritto di essere trattati nel modo più dignitoso possibile.

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo