Nuove spiagge aperte a Fido

Nuove spiagge aperte a Fido
Autore:
Cani.com
08 Luglio 2015

Ancora sono poche in Italia le spiagge che consentono l’accesso ai nostri amici a quattro zampe, ma delle buone notizie arrivano da due regioni, l’Abruzzo e la Sicilia.

A Roseto degli Abruzzi, in provincia di Teramo, il sindaco Enio Pavone ha presentato un’ordinanza che disciplina l’accesso sull’arenile di cani e gatti: in essa viene sottolineato che nel comune costiero teramano i migliori amici dell’uomo potranno liberamente “accompagnare” i loro padroni sia nelle concessioni private sia nei tratti di spiaggia libera. Ovviamente, perché questo avvenga, occorre rispettare determinate regole volte a garantire la civile convivenza tra animali e persone.

Nuove spiagge aperte a Fido

“L'animale, solo per citare alcuni aspetti dell'ordinanza, deve essere vaccinato, avere il microchip e - spiega Enio Pavone, così come si apprende da un articolo pubblicato su ansai.it - deve essere tenuto sotto il proprio ombrellone, senza dare fastidio agli altri. La balneazione rimane vietata e, più in generale, ci si rifà ad una serie di norme legate al buon senso ed al vivere civile”. A tal proposito, tocca ai gestori delle concessioni private a controllare che i proprietari dei quattro zampe abbiano tutti i documenti previsti per legge.

Intanto, dalla Sicilia giunge la notizia della prima spiaggia libera con accesso ai cani. Si trova A Porto Empedocle, in provincia di Agrigento. Precisamente si tratta - come si apprende da un articolo pubblicato su agrigento.gds.it - di una porzione dell’arenile in località “Spiaggetta”, che si trova tra il molo di ponente del porto e la centrale termoelettrica dell’Enel.

Il Decreto regionale vieta transito, sosta e bagno di cani e altri animali al di fuori degli spazi attrezzati per l’accesso di animali d’affezione, a esclusione di cani di salvataggio e cani guida per non vedenti. La porzione di arenile ora individuata rientra, però, nella competenza statale. Da qui, dopo anche la spinta di alcune associazioni di tutela dei diritti degli animali, la presentazione dell’ordinanza per disciplinare a titolo sperimentale, per la stagione estiva 2015, gli aspetti di sicurezza connessi all’utilizzo di una parte della spiaggia da parte dei cani.

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo