Quando la cagna è in calore...

Quando la cagna è in calore...
Autore:
Cani.com
16 Marzo 2016

Avete una cucciola e non sapete - non avendo avuto prima altri cani - quando andrà in calore? Ecco di seguito alcune utili informazioni.

Per quanto riguarda le razze piccole, la cagna raggiunge il calore intorno ai 6 mesi, mentre nei molossi e nei cani di taglia grande si arriva fino ai 12 o 24 mesi. In media, il calore compare due volte l’anno, ma il ciclo varia di cagnolina in cagnolina: c’è chi va in calore ogni 4 mesi, chi ogni 8 mesi e chi, invece, una volta l’anno. L’importante è che compaia a intervalli di tempo regolari, altrimenti significa che ci sono problemi alle ovaie.

Quando la cagna è in calore...

Il ciclo estrale della cagna si suddivide in quattro fasi: il proestro, che dura solitamente 7-10 giorni e durante il quale ci sono le perdite di sangue e la vulva appare più gonfia; l’estro (dai 7 ai 10 giorni, con estremi di 3-21 giorni), la fase in cui sta per finire il sangue e in cui la femmina accetta il maschio; il metaestro, fase immediatamente successiva all’estro, durante la quale diminuiscono gli estrogeni e aumenta il progesterone; il diestro, la fase in cui la femmina ricomincia a rifiutare il maschio, la vulva diminuisce di volume, gli estrogeni diminuiscono e il progesterone aumenta. Quest’ultima fase ha una lunghissima durata, più di 40 giorni, ed è la fonte della gravidanza isterica della cagna. Il periodo che intercorre tra un calore e l’altro si chiama, invece, anestro.

Come capire che la propria cagnolina sta andando in calore? Come detto sopra, nella prima fase del ciclo estrale della cagna la vulva inizia a diventare gonfia, edematosa e inizia a esserci uno scolo di sangue. Ovviamente tutto proporzionato in base alla taglia della cagnetta. Il primo calore potrebbe essere leggermente anomalo: potrebbe, infatti, essere silente, non potrebbero esserci perdite, ma ci si accorge che la cagna è in calore perché tutti i cani maschi le vanno dietro. Oppure, al contrario, potrebbe esserci un mese di infinite, lunghissime perdite di sangue. 

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo