Sempre più cani affetti da diabete mellito. Arriva VetPen Tm per curarlo meglio

Sempre più cani affetti da diabete mellito. Arriva VetPen Tm per curarlo meglio
Autore:
Cani.com
28 Marzo 2013

Secondo un’indagine GfK Eurisko, in Italia si stimano almeno 30-40 casi di animali diabetici su 10.000 quattro zampe, intendendo con questo termine sia Fido sia Micio. “I dati epidemiologici disponibili indicano - spiega Andrea Boari, professore ordinario di Clinica medica veterinaria, presso il dipartimento di Scienze cliniche veterinarie dell’Università degli Studi di Teramo - un aumento dell’incidenza nel cane e nel gatto del diabete mellito, patologia che in questi animali compare a partire dai 5 anni di età con un picco attorno ai 7-9 anni”. Cosa forse più grave, tale malattia sembra essere conosciuta solo da un terzo dei proprietari di cani e un quarto dei proprietari di gatti, e spesso se ne ignorano i sintomi: sempre secondo la ricerca GfK Eurisko - si legge in articolo pubblicato su quotidianosanita.it - meno del 10 per cento delle famiglie con cani e gatti sa che bere e urinare molto sono i segnali della malattia diabetica, seguiti da sonnolenza e dimagrimento. Inoltre, pochi proprietari (circa il 10 per cento) sanno che un’alimentazione adeguata e il movimento rappresentano i capisaldi per prevenire l’insorgenza del diabete nell’animale di famiglia. Si aggiunge che la somministrazione della terapia insulinica non sempre sia molto facile da praticare da parte dei padroni dei pet. La siringa spaventa nella maggior parte dei casi gli animali e preoccupa i loro proprietari, che magari non hanno la manualità necessaria per utilizzarla. D’ora in poi, però, è possibile utilizzareVetPenTM, la prima e unica penna per la somministrazione d’insulina veterinaria, realizzata da MSD Animal Health per semplificare la terapia del diabete del cane e del gatto: uno strumento facile da usare in ogni situazione, preciso nella selezione della dose e indolore. Numerosi i vantaggi: un ago sottilissimo, piccolo e lubrificato per ridurre al minimo il dolore; il controllo preciso della dose d’insulina senza rischi di ipoglicemie; la maneggevolezza, adatta nella forma a chi ha problemi di movimento nelle mani o problemi di vista; facile da preparare, una volta caricata la cartuccia e preparata la penna, basta ruotare l’apposito selettore sulla dose da iniettare, inserire il minuscolo ago nel sottocute e premere il pulsante. Si conta fino a cinque per essere sicuri che l’insulina sia stata tutta inoculata ed è pronta per la successiva somministrazione, cambiando solamente l’ago. Uniche accortezze, usare solo l’insulina a uso veterinario 40 IU, portare l’animale a controllo 5-6 volte l’anno, somministrare una dieta specifica e garantire un’attività fisica regolare.

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo