Sequestrati sedici cani trovati a catena corta in condizioni igieniche drammatiche

Sequestrati sedici cani trovati a catena corta in condizioni igieniche drammatiche
Autore:
Cani.com
17 Aprile 2014

Legati tra rifiuti e pezzi di metallo, con catene così corte da lasciare delle marcature circolari sul terreno, chiari segni del loro movimento obbligatorio. È in queste terribili condizioni che sono stati trovati sedici cani di Francavilla Marittima, in seguito - si legge in un articolo pubblicato su qn.quotidiano.net - a una attività finalizzata a prevenire e reprimere i reati a danno degli animali svolta dal Corpo Forestale dello Stato sul territorio cosentino. In particolare, stando a una nota, i controlli sarebbero stati eseguiti nei Comuni di Cerchiara di Calabria e Corigliano e vrebbero visto impegnati i referenti provinciali del Nirda (Nucleo Investigativo per i Reati a Danno degli Animali specializzato in tale attività) e i Comandi Stazione locali. Adesso l’uomo che deteneva questi sedici quattro zampe in uno stato di così grande disagio e sofferenza è stato deferito all'autorità giudiziaria per "detenzione incompatibile alle loro caratteristiche etologiche". I poveri animali, infatti, erano costretti a vivere in ripari improvvisati, ricavati da fusti di ferro, e a bere in ciotole arrugginite, sporche e infestate da alghe. Alcuni di questi cani, inoltre, sono risultati sottopeso ai controlli effettuati dal personale veterinario del Distretto Sanitario di Trebisacce intervenuto sul posto su richiesta del Corpo Forestale. Ciò molto probabilmente perché non sfamati a sufficienza. Insomma una vera e propria vita d’inferno quella cui sono stati sottoposti per un lungo tempo. Per fortuna, è apparso subito chiaro al personale intervenuto al controllo lo stato di "detenzione incompatibile" dei cani con le loro caratteristiche etologiche. Così, informato il magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Castrovillari, si è proceduto al sequestro penale e al trasferimento degli animali presso una struttura idonea per la custodia. Che adesso possa iniziare per loro una vita migliore. 

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo