Trascinato per 90 km, cagnolino sopravvive incastrato nel paraurti dell’auto che l’ha investito

Trascinato per 90 km, cagnolino sopravvive incastrato nel paraurti dell’auto che l’ha investito
Autore:
Cani.com
26 Novembre 2013

Una storia incredibile giunge dal Brasile, che pur nella sua drammaticità, è terminata nel migliore dei modi: un cagnolino - precisamente un meticcio femmina - è stato investito da un’auto e poi trascinato per svariati chilometri, sopravvivendo. Questo perché, al momento dell’incidente, è rimasto miracolosamente incastrato nel paraurti dell’autovettura. Secondo quanto riportato dai media locali, la donna che avrebbe travolto il povero quattro zampe non si sarebbe accorta di nulla e, quindi, convinta che per il forte impatto l’animale non ce l’avesse fatta (viene naturale domandarsi: perché non fermarsi ugualmente?), ha proseguito per circa una novantina di chilometri per la sua strada. Durante il tragitto, però, alcune persone le indicavano ripetutamente la parte anteriore dell’automobile, per questa ragione a un certo punto ha deciso di fermarsi per dare un’occhiata, facendo così l’incredibile scoperta. Il povero meticcio era rimasto incastrato nel paraurti dell'auto e si era fatto tutto il viaggio all'insaputa della donna, che ora si giustifica in questo modo: “Pensavo che non avrebbe potuto sopravvivere alla collisione - si legge in un articolo pubblicato sul sito ilmessaggero.it - così ho continuato la guida". Invece, ecco il “miracolo”. Ancora vivo, il povero quattro zampe è stato subito portato presso una clinica veterinaria, dove l'unica ferita riscontrata si è limitata a una zampa rotta. Una gran vera fortuna, visto ciò che l’animale ha patito. Adesso la donna si è offerta di pagargli le cure. Forse è il minimo, dopo quello che ha fatto vivere - anche se involontariamente - alla povera cagnetta. E forse la prossima volta presterà più attenzione alla guida e magari si fermerà, se dovesse - speriamo davvero mai più - investire qualche altro povero animale.

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo