Un nuovo studio: “Ecco come i rumori domestici possono stressare Fido”

Un nuovo studio: “Ecco come i rumori domestici possono stressare Fido”
Autore:
Cani.com
11 Novembre 2021

I nostri amici a quattro zampe hanno un udito più sensibile del nostro ed è per questo motivo che determinati suoni o rumori domestici, ai quali noi non prestiamo particolare attenzione, possono renderli stressati e nervosi. Parola di un nuovo studio condotto da alcuni ricercatori dell’Università Davis della California, durante il quale sono stati presi in esame 386 proprietari di cani, per analizzare le risposte dei loro animali ai rumori di casa. Dall’analisi è emerso che, non solo gli umani molto spesso sottovalutano la paura che possono provare i loro beniamini, ma che addirittura reagiscono con divertimento piuttosto che con preoccupazione dinanzi alle loro esternazioni di disagio.

Un nuovo studio: “Ecco come i rumori domestici possono stressare Fido”

“La nostra ricerca - spiega Emma Grigg, autrice dello studio, così come riporta greeme.it - ha dimostrato che rumori intermittenti e ad alta frequenza causano nei cani maggiore ansia rispetto a quelli continui e a frequenza più bassa, ma non è detto che anche questa seconda categoria di rumori non possa risultare problematica per i nostri animali”. A parte i segnali più evidenti di paura, come rannicchiarsi, nascondersi o iniziare a tremare, ne esistono altri più subdoli e nascosti per indicare che il nostri amico a quattro zampe ha timore per qualcosa. Per esempio, l’animale può iniziare ad ansimare, a umettarsi il muso con la lingua, a irrigidirsi oppure, alcune volte, può rizzare le orecchie o nascondere la testa sotto le zampe anteriori. Per questo motivo è importante prestare molta attenzione il linguaggio del corpo dei nostri animali e, quando necessario, ridurre al minimo l’esposizione ai rumori domestici che incutono loro paura.

 

 

 

 

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo