Un rimborso di 1.000 euro a chi adotta un cane

Un rimborso di 1.000 euro a chi adotta un cane
Autore:
Cani.com
28 Maggio 2015

Una mano d’aiuto per chi decide di adottare un trovatello a quattro zampe. È quanto promosso dal Comune di Diano Marina, in provincia di Imperia, per migliorare l’esistenza dei cani randagi e facilitare chi ha buon cuore di adottarli. Precisamente, si “ha diritto - recita il Protocollo firmato a tal proposito, così come si legge in un articolo pubblicato su primocanale.it - a richiedere e ottenere, per due anni, un rimborso delle spese veterinarie, alimentari e di cura documentate fino a un importo di 1.000 euro, con un massimo di 500 euro per anno”. Ovviamente la polizia locale verificherà e sanzionerà eventuali abusi. “Si tratta - spiega Luigi Basso, assessore al Bilancio e alla Polizia locale del Comune di Diano Marina - di un provvedimento che da un lato ci consente di risparmiare perché il costo del cane in struttura sarebbe superiore e dall'altro incentiva il privato ad adottare il cane. In questo modo speriamo di evitare la discriminazione sui cani più anziani”. Non è il primo provvedimento che la cittadina ligure adotta a favore dei randagi (nemmeno il primo comune italiano ad adottare una decisione del genere). Da sempre, infatti, questo comune mostra una particolare attenzione e sensibilità al problema del randagismo sul territorio. 

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo