Fare sport con Fido: 5 consigli per correre insieme

Fare sport con Fido: 5 consigli per correre insieme
Autore:
Cani.com
23 Novembre 2015

Volete fare del movimento assieme al vostro amico a quattro zampe? Vi piace correre? Ecco, potete coniugare le due cose e fare un po’ di corsetta assieme a lui! È bene, però, non improvvisare, ma seguire alcuni buoni consigli. Ecco di seguito - si legge in un articolo pubblicato su fnpage.it - quelli dati durante un corso, organizzato a Milano da Brooks e Royal Canin, per imparare a correre assieme al proprio amico a quattro zampe.

1. Usare l’attrezzatura giusta

È consigliabile utilizzare una cintura ammortizzata alla quale attaccare, tramite un guinzaglio elastico che scongiuri gli effetti degli strappi del quattro zampe, una pettorina da slitta per il cane,.

2. Utilizzate l’attrezzatura solo per gli allenamenti

Utilizzare sempre la stessa attrezzatura per fare la stessa cosa, aiuterà il cane a fare l’associazione. In questo modo, basterà vedere cintura e pettorina, per capire che è arrivato il momento di andare a correre assieme al proprio amico umano! Utilizzare, quindi, l’attrezzatura specifica solo per gli allenamenti e non per le normali uscite quotidiane. 

Fare sport con Fido: 5 consigli per correre insieme

3. Dove e quando allenarsi

Sull’asfalto il cane rischia di farsi male alle zampe. Meglio correre su strada sterrata o sull’erba. Inoltre, poiché i nostri amici a quattro zampe non sudano come noi, evitare di fare attività quando fa troppo caldo o, comunque, nelle ore più torride.

4. Gestione delle corse

Quando uscite per un allenamento breve, non è indispensabile che il cane si fermi a bere durante la corsa. Per non spezzare il ritmo, si può anche riempirgli da ciotola quando l’uscita è terminata.

5. Gradualità

Proprio come succede per noi umani, non è detto Fido riesca a correre subito per tanto tempo, per cui è bene iniziare per gradi: iniziare con brevi uscite di 2/3 chilometri e aumentare la distanza gradualmente ogni 2-3 settimane.

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo