La scelta del cucciolo

La stragrande maggioranza di persone che prende un cucciolo non lo alleva da sola, ma lo acquista o lo prende da canili: questo significa che non sappiamo come sia stato gestito nei primi mesi di vita. Questo fa molta differenza nell'educazione di un cucciolo sano e ben gestito nei primi mesi di vita da quella di un cucciolo che ha avuto una non corretta gestione.

Prima di iniziare a educare un cucciolo sarebbe utile, quindi, capire le sue condizioni gestionali nei primi mesi di vita, in modo da recuperare le lacune che questa non corretta gestione ha creato e che si rifletterà nella vita del cucciolo quando diventerà adulto.

Un consiglio molto importante è quello di non comprare cuccioli di importazione selvaggia, che provengono soprattutto dai Paesi dell'Europa Orientale. Questi cuccioli vengono levati troppo presto dalla mamma, non vaccinati e smerciati, oltre che tenuti in condizioni precarie sia prima sia durante il viaggio. Diciamo, anche, che alcuni commercianti proseguono in questa cattiva gestione, lasciando i cuccioli per ore in piccole gabbie o in vetrina, in balia di ogni estraneo che si avvicina e che può disturbare o spaventare il cucciolo, che si trova in un periodo di grande sensibilità.

Anche gli accoppiamenti fatti per queste cucciolate sono vere e proprie catene di montaggio, durante le quali le cagne vengono costrette a partorire a ogni singolo calore, sono malnutrite e molto stressate, senza che nessuno si preoccupi di selezionare cani sani fisicamente e psicologicamente. Un quarto di questi cuccioli muore prima di arrivare a destinazione, tra quelli che sopravvivono al viaggio un altro trenta per cento muore nei primi quindici giorni di vita.

I cani che sopravvivono, crescono spesso con seri problemi fisici dovuti a carenze fisiche in età dello sviluppo e molti altri possono presentare, oltre che problemi fisici, anche disturbi caratteriali, sempre dovuti ha una cattiva gestione nei così detti periodi sensibili. Sarebbe opportuno, quindi, non alimentare questa tratta indegna di cuccioli, ma cercare un allevamento certificato che abbia dei buoni cani a livello genetico o fare un giro in un canile vicino. In questo modo potremmo aiutare un cane in più ad avere una vita migliore!

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo