Ma è un peluche? Scopriamo il Coton de Tuléar

Ma è un peluche? Scopriamo il Coton de Tuléar
02 Aprile 2013

Non emana cattivo odore, non ha muta, è morbido e coccolone. Trattandosi di cane da compagnia e soprattutto da pet theraphy, le sue caratteristiche sono pressoché uniche e irrinunciabili!

Di questo piccolo batuffolo, scoperto a vivere in branco sulle dolci coste del Madagascar, non si conosce molto della sua origine che resta ancora misteriosa. Una leggenda vuole che dal naufragio di un antico galeone qualche esemplare di cane da compagnia delle dame a bordo abbia raggiunto l’isola malgascia a nuoto e ivi abbia messo le tende. Leggenda o realtà? L’unica certezza è che i Coton apparvero in Madagascar, e che la selezione naturale ci ha regalato un piccolo, rustico, vivace forte e intelligente cagnolino capace di sopravvivere in un ambiente ostile, un piccolo cane straordinario!

Il Coton fece il suo ingresso ufficiale in Europa negli anni ’70. La tessitura del mantello ricorda la pianta del cotone da, qui il nome della razza che significa “cane col mantello di Cotone di Tuléar (porto del Madagascar)”.

Il Coton è un cane piccolo, con occhi scuri, vivaci e dall’espressione intelligente. La salute del Coton solitamente non riserva sorprese. Longevo e resistente ha poco bisogno del veterinario, a parte per i richiami delle vaccinazioni e per la pulizia dei denti.

Molto più impegnativa, invece, la cura del mantello. Il Coton non ha la muta e il pelo (che non emana cattivo odore) cresce molto lentamente. Se si vuole un cane da esposizione, la cura del mantello deve essere quotidiana. I cani che non devono essere esposti, invece, possono avere un taglio da cucciolone che lo rende un simpatico peluche senza essere troppo impegnativo per la spazzolata. L’aspetto più accattivante di questa razza è il carattere, tra l’altro fondamentale in un cane da compagnia. Ѐ sicuramente un compagno ideale per tutta la famiglia. Il Coton è vivace, brioso, allegro, attivo e giocherellone. Mai isterico o petulante, abbaia poco, è saggio ed equilibrato sin da cucciolo. Ama stare in compagnia e “a contatto” con gli umani: se ci si sposta da una scrivania all’altra nella stessa stanza, il Coton si sposta per accucciarsi vicino al piede. Duttile e versatile è adatto per l’agility, la pet theraphy, la danza o semplicemente per lunghe passeggiate o per una nuotata al mare. Va d’accordo con i gatti e gli altri animali. In fondo, però, mantiene ancora tratti selvaggi del branco. Per il Coton la gerarchia all’interno di un gruppo allargato è sacra e va rispettata, altrimenti perde “le staffe”. Sa cacciare i topi meglio di un gatto. Inoltre, inspiegabilmente verso l’imbrunire, se ha la possibilità di muoversi, comincia a correre in cerchi: c’è chi dice che sia retaggio della sua vita selvaggia in Madagascar, quando cercava di sfuggire agli alligatori o radunava piccoli animaletti. C’è chi avuto la sorpresa di vedersi radunare tutti i conigli nani del giardino con questo sistema, mentre un musetto orgoglioso e simpatico guardava il padrone in cerca di approvazione! Il Coton in Italia è tutelato dal ClubCani compagnia www.clubcanicompagnia.it.

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo