Perché Fido può emanare cattivo odore?

Perché Fido può emanare cattivo odore?
Autore:
Cani.com
14 Gennaio 2016

A volte può capitare che il nostro amico a quattro zampe emani un “odore” piuttosto forte, non dovuto a semplice sporcizia bensì ricollegabile a determinate patologie in corso. Si possono sentire fragranze differenti secondo il disturbo accusato dal cane, per questo è fondamentale saperle riconoscere così da poter intervenire per tempo.

Il cattivo odore nel cane può essere indice di dermatiti o otiti in corso: in entrambi casi si può trattare, ad esempio, di Malassezia. In caso di dermatite si sentirà un odore acre e pungente, l’otite è caratterizzata da un chiaro odore di burro rancido proveniente dall’orecchio. È possibile, anche, che ci sia in corso una piodermite o otite purulenta, che solitamente provoca un cattivo odore di marcio, dal retrogusto più o meno dolciastro e nauseante.

Perché Fido può emanare cattivo odore?

Non solo. Il cattivo odore nel cane può essere causato da altre patologie più gravi, come diabete mellito che si caratterizza, quando i livelli di glicemia sono elevati, per un odore fruttato, più o meno acidulo. O ancora, ci può essere un’insufficienza renale in corso, che fa assumere all’alito del cane un classico odore uremico. Ma Fido può particolarmente puzzare, anche, per via dello schiacciamento delle ghiandole paranali, per la presenza di vermi come, ad esempio gli ascaridi, o per la presenza di tartaro o piorrea, che fanno assumere alla bocca un odore di pesce marcio.

In ogni caso, se avvertite nel vostro amico a quattro zampe un “odore” strano”, meglio consultare il veterinario che, tramite appositi esami, saprà fare una diagnosi più precisa e saprà indicarvi come meglio intervenire. 

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo