Trasportino: ecco perché è utile

Trasportino: ecco perché è utile
Autore:
Cani.com
04 Settembre 2015

Molti vedono il trasportino come uno strumento di “tortura” per il cane, una gabbia dove tenerlo prigioniero e non, invece, come la tana dove sentirsi al sicuro da tutto e da tutti. Se utilizzato bene, infatti, il trasportino può offrire sicurezza e protezione in diverse circostanze: in casa, in auto, durante quelle occasioni in cui si deve venire a contatto con altri quattro zampe (ad esempio: visite dal veterinario, gare…) e tutte quelle volte reputiamo sia meglio confinare il proprio pet in un posto sicuro, sia per il bene suo che di noi stessi (ad esempio, in caso di malattie, paure…).

Trasportino: ecco perché è utile

Sarebbe opportuno abituare il nostro amico a quattro zampe fin da cucciolo al trasportino. È meglio utilizzare del cibo o alcuni giochini, per sollecitare il cane a entrare in questo luogo chiuso e, quindi, iniziare a sentirlo come la propria casa.  In commercio ne esistono diversi tipi: rigidi o morbidi e ripieghevoli, secondo l’uso che ne vogliamo fare. Il prezzo dipende sia dalla qualità sia dalla sua grandezza.

Per  quanto riguarda le dimensioni, per comprare il trasportino più adatto al proprio amico a quattro zampe, basti pensare che deve poter starci dentro in piedi sulle quattro zampe, senza toccare il tetto con la testa e con la possibilità di girarsi tranquillamente al suo interno.

Il trasportino può essere utile nel primo periodo di vita del cucciolo, perché costituisce un posto ben circoscritto e protetto, dove possa essere relegato in quei momenti in cui non possiamo tenerlo d’occhio. Inoltre, in auto, evita che il nostro beniamino a quattro zampe possa farsi male alla prima frenata  o che vaghi all’interno dell’abitacolo, mettendo a repentaglio anche la nostra sicurezza. In questo modo, evitiamo anche di beccarci una qualche salata multa. 

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo