Perdigueiro portugues (Bracco portoghese)

Descrizione



Il Perdigueiro portugues (Bracco portoghese) è un cane di razza dalle medie dimensioni: i maschi raggiungono un'altezza di 56 cm e le femmine di 52 cm; il peso si aggira intorno ai 20-27 chilogrammi per i maschi, mentre le femmine qualche chilogrammo meno.
E' dotato di una corporatura forte, molto muscolosa e ben equilibrata in tutte le sue parti. E' molto sviluppata e si manifesta in tutto il corpo.
La struttura ossea è massiccia, ma è comunque dotato di grande scioltezza e movenza naturale.
Le spalle sono molto muscolose come il resto, allungate e piuttosto oblique.
Gli arti sono allungati, piuttosto inclinate ma molto grossi e larghi. Sia quelli anteriori che posteriori sono paralleli.
I piedi sono ben rapportati agli arti e a tutto il resto del corpo.
Sono più arcuati che lunghi. Le dita sono strette tra loro. Dotati di buone protezione che gli permettono di resistere ad ogni tipo di terreno.

La sua testa è grossa, senza mostrare la struttura ossea. Ha una forma quadratica, e appuntita.
Il tartufo può assumere vari colori che dipendono dal mantello; è rettilineo e rettangolare.
Canna nasale lunga, larga e dritta e labbra ricadenti e non in carne; lo stop è ben visibile e quasi adiacente al tartufo; è ricoperta di molta pelle molliccia.
I denti sono nella norma e presentano una dentatura molto eloluta e a forbice.
Gli occhi del Bracco Portoghese sono castani, e preferibilmente scuri; sono di forma ellittica e non sporgenti e si presentano equivalenti; dimostrano lo sguardo e stato d'animo del cane molto riflessivo, calmo e significativo le orecchie sono lunghe, ampie, fini e morbide; sono arcuate, soprattutto verso l'estremità.
Il collo è forte, abbastanza lungo e largo.
La coda è amputata a un terzo. Posizionata non troppo in alto, rettilinea.
Il pelo è corto, resistente, come il velluto sulla testa e sulle orecchie presentandosi molto gradevole; il sottopelo è inesistente.
I colori del mantello possono essere: giallo, marrone, unicolore o macchiato.
Il prezzo del Perdigueiro portugues (Bracco portoghese) parte dai 350€.

Il Bracco portoghese appartiene al gruppo FCI 7 dei Cani da ferma come anche il Bracco italiano, il Bracco Tedesco, il Setter irlandese, il Weimaranei e il Pointer inglese.

CONDIVIDI



Perdigueiro portugues (Bracco portoghese) cucciolo



Perdigueiro portugues (Bracco portoghese) Cucciolo

Nazionalità



Portogallo.

Origine



L'origine di questa razza non è molto sicura, ma si pensa che abbia provenienza orientale già dalla fine del diciannovesimo secolo. Un'altra teoria, ma molto remota, è che derivi dalla fusione con il "Bracco di Burgos" e "Mastino di Navarra". Questo cane ha avuto molto successo nell'intero territorio natio, dove è molto conosciuto anche per la presenza di molti cacciatori. Anche al di fuori del territorio Portoghese la razza è abbastanza conosciuta anche se non riscontra lo stesso successo che ha in Portogallo.

Perdigueiro portugues (Bracco portoghese) Adulto



Perdigueiro portugues (Bracco portoghese) Adulto

Carattere



Grande amante della caccia, allegro, vispo, intelligente, furbissimo; da piccolo non è molto ubbidiente non eseguendo gli ordini che gli vengono dati. Ama molto la compagnia delle persone, ma non molto quella di altri cani. Ha un aspetto tranquillo, piacente e molto intelligente e grazie a questa è molto facile addestrarlo. Non è egoista e con il padrone instaura un rapporto eccellente. Ama e si fa amare dalle persone e per questo motivo molte famiglie lo prendono per la vita domestica e non per la caccia. Si adatta molto bene a stare in casa, e non ha bisogno di molte cure, anche perchè molto pulito. Nonostante si abitui facilmente, ha bisogno di praticare molto moto giornaliero e di avere grandi spazi.

Standard di Razza



ASPETTO GENERALE
Cane di media taglia, rettilineo, di tipo 
braccoide, forte ma di armoniosa costruzione combinata a grande agilità di movimenti. Viste di lato, la linea superiore e quella inferiore presentano un elegante profilo.


PROPORZIONI IMPORTANTI 
Inscrivibile in un quadrato, o quasi.
Il rapporto cranio-muso è 6:4;
Il rapporto altezza al garrese-altezza del torace è 2:1


COMPORTAMENTO – CARATTERE
Estremamente gentile e affettuoso; forte, capace di grande resistenza e devozione. Calmo e molto socievole, ma talvolta duro verso gli altri cani. Curioso per natura, lavora con tenacia e vivacità. Sempre un cane da caccia appassionato che sta a stretto contatto col cacciatore.

TESTA 
Proporzionata alla mole del corpo, ben costruita e di dimensioni armoniose, anche se dà l’impressione d’essere più grande di quello che è. Leggermente grossa, non è ossuta né carnosa. Ricoperta da una pelle floscia e fine e senza rughe. Vista di profilo, la testa si presenta rettilinea; vista di fronte, quadrata.
Gli assi superiori cranio-facciale sono convergenti.
REGIONE DEL CRANIO: cranio quadrato, linea superiore quasi piatta, vista dal davanti, e leggermente arcuata di profilo, con una lunghezza che non dovrebbe superare 6/10 della lunghezza totale della testa, quindi con indice cefalico del 60%. Vista dal davanti la fronte è piuttosto piatta, alta, ampia e simmetrica, leggermente arcuata di profilo. Archi sopraccigliari ben sviluppati. La sutura metopica è ampia e non molto profonda. La protuberanza occipitale è appena percettibile. Stop ben definito (90 – 100°).
REGIONE DEL MUSO: tartufo l’ angolo fra la canna nasale e il labbro superiore è di 90°; tartufo di buona conformazione, ben sviluppato con narici ben aperte, larghe e umide, di colore nero. Muso canna nasale rettilinea e orizzontale, adeguatamente larga; con la stessa ampiezza su tutta la lunghezza che è 4/10 della lunghezza della testa. Labbra Le labbra superiori sono pendenti, d’aspetto quadrato se viste di profilo, ad angolo retto con la canna nasale, semicircolari all’estremità se viste di lato; viste dal davanti, formano un angolo acuto sul bordo inferiore; si uniscono alle labbra inferiori con commessure flosce e plissettate, con angoli cadenti. Bocca di normale apertura, con mucose irregolarmente pigmentate; dovrebbe presentare un’occlusione normale, permettendo una normale sovrapposizione del labbro superiore. Mascelle/Denti sani, con dentatura corretta e completa, e chiusura a forbice.
Guance: parallele. Appena percettibile la piega della commessura posteriore, con regione parotidea piena. (Cioè ben riempito sotto gli orecchi).
Occhi espressivi, vivaci, marroni, di un colore più scuro di quello del mantello; di forma ovale tendente al rotondo, piuttosto ma non troppo grossi,perfettamente uguali; riempiono bene l’orbita. Palpebre fini e ben aperte, con pigmento nero. Orecchi inseriti al di sopra del livello degli occhi nella parte posteriore della testa, pendenti, dalla superficie quasi piatta con una o due pieghe longitudinali quando il cane è attento; triangolari, molto più larghi. alla base che all’estremità, in proporzione di 2,5 a 1, e con le punte arrotondate. La lunghezza degli orecchi dovrebbe essere leggermente superiore a quella del cranio. Sottili, lisci, ricoperti di pelo fine, fitto e molto corto.

COLLO 
Collo diritto, leggermente arcuato nel suo terzo superiore; la 
lunghezza non è inferiore alla lunghezza della testa, non è molto spesso e ha una corta giogaia alla gola. Dovrebbe congiungersi alla testa in modo aggraziato e seguendo un’ inclinazione di circa 90°, e deve unirsi al torace senza che il passaggio sia troppo accentuato.

CORPO
Linea superiore: rettilinea, si rialza leggermente dalla groppa al garrese. Garrese non troppo alto Dorso corto, largo, rettilineo, leggermente spiovente verso il rene, al quale si unisce bene. Rene corto, molto ampio, ben muscoloso, un po’ arcuato e ben inserito nella groppa.
Groppa di ampiezza proporzionata alla regione lombare, di conformazione armoniosa. Il suo asse longitudinale è leggermente obliquo, il che la rende solo un po’ avvallata.
Torace alto e largo, con una buona ampiezza del torace, che deve essere più sviluppato nel senso dell’altezza e della lunghezza più che nel senso della larghezza, e deve discendere fino al gomito.
Costole con una 
cerchiatura ben pronunciata nella parte superiore e di apprezzabile larghezza. Guardando il perimetro e la sezione trasversale, il torace e le costole che lo delimitano si presentano a forma di ferro di cavallo, con le estremità che si incontrano.
Linea inferiore e ventre: si rialza leggermente dallo sterno all’inguine. Il ventre, asciutto, raggiunge l’anca disegnando un arco di circonferenza; la distanza che separa l’anca dall’ultima costola dà al fianco un aspetto corto e raccolto.


CODA
Integra: di media lunghezza, non deve oltrepassare il garretto. Diritta, inserita a media altezza, forte alla radice, si assottiglia gradualmente verso l’estremità. Bene inserita in perfetta continuità con la linea della groppa. A riposo, la coda pende naturalmente, ma mai fra le cosce. In movimento, la coda si alza, arrivando all’orizzontale o leggermente al di sopra della linea superiore del corpo, ma mai verticalmente e non a forma di falce. Scodinzola da un lato all’altro.Tagliata : in modo da coprire i genitali senza sorpassarli.

ARTI
ANTERIORI: visti dal davanti, sono bene in appiombo e sono perfettamente paralleli alla linea principale del corpo. Visti di lato, sono diritti e danno un aspetto generale di grande stabilità, buon appoggio e naturale scioltezza di movimenti. Spalla lunga; d’inclinazione media, ben posizionata e molto muscolosa. Angolo scapolo-omerale di 120°. Braccio aderente al torace. La sua lunghezza deve essere rapportata a quella della scapola e la sua obliquità con il grado d’inclinazione della spalla.
Gomito separato dal torace dall’ascella, il gomito deve presentare contorni netti; è ben disceso, di uguale distanza dalla linea principale del corpo, non deviato in dentro né in fuori. L’angolo omero-radiale è di 150°.
Avambraccio libero dal tronco, lungo, diritto e perpendicolare al suolo, visto sia di fronte che di profilo. Carpo in perfetta continuità con l’avambraccio. Metacarpi largo, leggermente obliquo. Piedi anteriori: proporzionati alla dimensione degli arti, tendono più al rotondo che all’allungato, senza tuttavia assomigliare ai piedi di gatto. Dita ben formate, chiuse, uniformi e solide per dare un buon appoggio. Cuscinetti forti e ben sviluppati, con pelle nera, spessa, dura e resistente. Unghie forti, dure e preferibilmente nere.
POSTERIORI: in appiombo se visti dal dietro e perfettamente paralleli alla linea principale del corpo; in appiombo normale se visti di profilo. Coscia lunga, larga, ben muscolosa. Natiche che presentano curve più o meno accentuate; lunghe e con una muscolatura leggermente elastica. Angolo coxo-femorale di 95°. Ginocchio posto un po’ sotto il ventre, ma non troppo distante. E’ leggermente sporgente e un po’ deviato in fuori. Angolo femoro-tibiale di 120°. Gamba ben posizionata e di lunghezza proporzionata a quella della coscia; la sua obliquità deve essere in relazione all’inclinazione della groppa. Garretti sufficientemente aperti. e ben piazzati; puliti, ampi e spessi. Angolo tibio-tarsico di 145°. Metatarsi di media altezza, verticali, quasi cilindrici, di grandezza regolare e asciutti. Piedi posteriori: identici ai piedi anteriori ma leggermente più lunghi ANDATURA di passo normale sciolto ed elegante. Polivalente al lavoro e del tutto adattabile ai diversi terreni, tempo atmosferico e selvaggina, il Bracco Portoghese ha un movimento che varia tra un galoppo sospeso semplice e un trotto facile e ritmico.

MANTELLO
Il pelo è corto, duro, fitto, ruvido e denso, che ricopre uniformemente tutto il corpo, tranne che alle ascelle, all’inguine, regioni anali e genitali dove diventa più rado e soffice. Il pelo è più fine e corto sulla testa, specialmente sugli orecchi, che hanno un aspetto vellutato. Non c’è sottopelo.

COLORE 
Giallo nelle varie sfumature, chiare medie e scure, monocolore o con macchie bianche sulla testa, collo, torace, estremità inferiori degli arti sotto i gomiti e garretti, e punta della coda quando questa non è tagliata.

TAGLIA E PESO
Altezza al garrese: Maschi 56 cm ± 4 cm. Femmine 52 cm ± 4 cm.
Peso: Maschi 20 – 27 kg.
Femmine 16 – 22 kg.

DIFETTI
Qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerato difetto e va penalizzato secondo la sua gravità e le conseguenze sulla salute e il benessere del cane.
• Comportamento: timidezza
 Testa: rapporto cranio-muso leggermente differente da 6/4. Stretta. Protuberanza occipitale prominente. Seni frontali molto sviluppati. Sutura metopica pronunciata. Presenza di rughe
 Tartufo: qualsiasi colore che non sia nero 
 Muso: corto o lungo
 Labbra: labbro superiore non quadrato. Commessura non visibile. Pigmentazione incorretta delle mucose
 Denti: chiusura a tenaglia
 Occhi: piccoli, chiari, inespressivi; troppo rotondi Orecchi: d’inserzione media, molto grossi o molto piccoli, con la punta appuntita
 Collo: troppo corto. Senza o con troppa giogaia
 Corpo: scarso sviluppo del torace
 Coda: troppo corta, se integra; inserita troppo bassa o con un portamento atipico (verticale o a forma di sciabola)
 Arti e piedi: deviati in dentro o in fuori, piedi schiacciati
 Mantello: pelo morbido

DIFETTI GRAVI:
 Comportamento: troppo timido
 Testa: rapporto cranio-muso molto diverso da 6/4. Stop appena definito, assi superiori cranio facciali paralleli
 Muso: canna nasale spiovente 
 Occhi: obliqui. Occhi storti (strabismo /est-ovest)
 Orecchi: carnosi, inseriti bassi, eccessivamente piegati o arrotolati.
 Corpo: linea superiore insellata o di carpa. Groppa troppo spiovente. Corpo troppo lungo, torace rotondo. Ventre retratto
• Mantello: macchie bianche al di fuori dei limiti stabiliti dallo standard
 Taglia: al di sopra o al di sotto della taglia stabilita

DIFETTI ELIMINATORI
 Comportamento: aggressivo o esageratamente timido
 Testa: atipica, con muso convesso, troppo lungo o troppo corto, cranio troppo stretto. Assi superiori cranio facciali divergenti
 Tartufo: mancanza totale di pigmento
 Mascelle: enognatismo o prognatismo
 Occhi: diversi l’uno dall’altro per forma e misura, di colori diversi. Occhio gazzuolo, cecità congenita
 Sordità: congenita o acquisita
 Corpo: completamente atipico, che presenta segni di incrocio con altre razze
 Mantello: diverso dal quello tipico della razza
 Colore: Albinismo. Qualsiasi altro colore di quello descritto

Qualsiasi cane che presenti in modo evidente anomalie d’ordine fisico o comportamentale sarà squalificato.

N.B. I maschi devono avere due testicoli apparentemente normali, completamente discesi nello scroto.

Perdigueiro portugues (Bracco portoghese)



Perdigueiro portugues (Bracco portoghese)

Utilizzazione



E' fin dalle origini che viene utilizzato come cane da caccia: ha sviluppato abilità nella ferma e nella ricerca di selvaggina; grazie alla sua grande resistenza e fermezza è un Grande ricercatore: un'altra sua grande abilità è l'olfatto: questo gli permette di scovare senza grossi problemi la cacciagione; ha grande senso dell'orientamento e grande memoria, ricordandosi i terreni dove è già stato.
Si trova a suo agio con il padrone, che si abitua ai suoi atteggiamenti durante la battura di caccia, capendo quando la preda è vicina. E' molto silenzioso durante la ricerca. Non perde tempo a seguire prede che non sono ben percettibili al suo olfatto dimostrando la sua grande intelligenza e capacità. E' dotato di un ottima ferma interropendo la sua ricerca solo quando sente la cacciagione molto vicina. E' adatto alla caccia di ogni tipo di animale selvatico; si adatta ad ogni tipo di terreno e clima, preferendo però fare il riporto.

Alimentazione



-

Perdigueiro portugues (Bracco portoghese)



Perdigueiro portugues (Bracco portoghese)

Note



Difetti: Dimensioni e colori differenti da quelli descritti in precedenza; tartufo con la presenza di macchie; grandezza eccessiva per le orecchie e sordità; movenza imprecisa; prognatismo; carenza e dentatura non propriamente sviluppata.

Tutte le razze di cani:

Cerca e Scopri le Razze

Visualizza tutte le schede di razza

Cuccioli in vendita

30/11/20
27/11/20
23/11/20

Le migliori foto di cani sul web

Akita Inu
Australian Shepherd (Pastore Australiano)
Schnauzer Nano (Zwergschnauzer)