I giochi di ricerca olfattiva

I giochi di ricerca olfattiva
Autore:
Cani.com
21 Ottobre 2015

In una giornata di pioggia in cui non sia possibile far uscire il cane oppure per quei quattro zampe ai quali piace particolarmente “accendere” il naso, anche perché predisposti geneticamente (vedi alcune razze di cani), è possibile organizzare dei giochini di ricerca olfattiva.

Si tratta di un’attività attraverso cui tenere impegnato il proprio cane, ma in tranquillità. In sostituzione dell’attività fisica, perché magari per il momento impossibilitati a far muovere Fido, o integrata con quest’ultima, la ricerca olfattiva risulta un ottimo modo per stancare il cane perché richiede molto impegno mentale: il peloso, infatti, deve imparare a concentrarsi e a non agitarsi. E non è mica sempre facile, diversamente da quanto si possa immaginare!

I giochi di ricerca olfattiva

Per iniziare a fare questi giochini di ricerca olfattiva, occorre prima insegnare al cane il segnale “Cerca!” o “Trova!”, quello che meglio preferite. Un modo può essere quello di prendere dei bocconcini e lanciarli per terra non troppo lontani del cane e, magari indicandoglieli con il dito, ripetere più volte mentre li cerca il comando scelto. Al “Cerca!”, quindi, si mettere a cercare. Di volta in volta, si lanceranno i bocconcini sempre più lontano, arrivando al punto di non aiutare più Fido.

Dopodiché, si può passare a delle fasi più avanzate. Ad esempio, è possibile nascondere dei bocconcini, senza che il cane li veda, dentro o sotto a degli oggetti o in qualche posto della casa e poi dare il comando “Cerca!”. Poi, si può passare a degli spazi più ampi, all’aperto. E il gioco è fatto!

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo