21 luglio 2011
3 min

Lo sviluppo comportamentale del cane (2/6)

… Queste fasi sono state cosi classificate: periodo neonatale ( 1-2 settimane di vita ), periodo di transizione ( terza settimana ), periodo della socializzazione ( dalla 3-4 settimana alla 12 settimana, in alcune circostanze anche oltre ) e periodo giovanile ( dal termine del periodo di socializzazione fino al raggiungimento della maturità ). Durante tali fasi l’animale è particolarmente sensibile all’apprendimento di associazioni relativamente stabili e durature nel tempo. In sostanza si può dire che in questo periodo il cucciolo presenta il massimo della sua plasmabilità. Darò ora una breve descrizione di queste fasi incentrando, in questa sede, maggiormente la mia attenzione sul periodo di socializzazione. Chi volesse approfondire questo argomento ( come non mi è stato possibile fare in questa sede per motivi di spazio ) lo troverà ampiamente sviluppato sul mio libro, dove ho aggiunto e descritto anche la fase del periodo prenatale. Ritornando ora alle varie fasi, la prima in ordine di comparsa è rappresentata dal periodo neonatale. In questo periodo si ha lo sviluppo di alcuni riflessi ( riflesso di ricerca del capezzolo, riflesso perineale, riflesso labiale ). Inoltre si ha uno sviluppo della sensibilità tattile, si ha un potenziamento del senso del gusto e si ha l’acquisizione progressiva di nuove capacità sensoriali e motorie. Durante questa fase si ha un pieno sviluppo dell’attaccamento della madre ai cuccioli. A loro volta i cuccioli, in questo periodo, ricercano attivamente le cure parentali e sono completamente dipendenti dalla madre. Fase di transizione: durante questo periodo si ha l’acquisizione degli ultimi elementi sensoriali necessari a una vita di relazione ottimale. Ciò si può porre in relazione a una progressiva maturazione neuro-sensoria che comporta un miglioramento delle capacità percettive. In questa fase si ha l’inizio dell’attaccamento del cucciolo alla madre e inizia il processo di “imprinting” che si protrae anche per il successivo periodo di socializzazione e fino all’età di circa 90-120 giorni dalla nascita. Fase di socializzazione: in questo periodo si ha lo svezzamento del cucciolo, prosegue il processo di “imprinting “ e i cuccioli acquisiscono la capacità di riconoscere la specie di appartenenza. Fase giovanile: questo periodo si caratterizza per la socializzazione secondaria, per uno sviluppo completo del gioco e degli schemi comportamentali. Ma come detto precedentemente, incentrerò maggiormente la mia attenzione sul periodo di socializzazione che può essere considerato, senza ombra di dubbio, il periodo più complesso della vita del cucciolo. In questo periodo, il medesimo acquisisce quattro elementi importantissimi: gli autocontrolli, la comunicazione, le regole della vita di gruppo ( gerarchizzazione ), il distacco. Maggiori dettagli su questi elementi nel mio libro. Durante il periodo di socializzazione, importantissimo dal punto di vista comportamentale, i cuccioli familiarizzano con la madre, con i fratelli di cucciolata, con gli esseri umani e con l’ambiente che li circonda. NELLA FOTO CUCCIOLI NEL PERIODO DI SOCIALIZZAZIONE. CONTINUA …