Piccoli o grandi, ma comunque molossoidi
17 settembre 2013
2 min

Piccoli o grandi, ma comunque molossoidi

etologia
Se si pensa ha un cane di tipo molossoide, l’immagine che ci viene in mente è quella di un cane di grande taglia, imponente, ma non tutti i cani di questa tipologia però hanno dimensioni eccezionali. Ne esistono anche di taglia piccola, ma che in fatto di robustezza, carattere e intelligenza non hanno niente da invidiare ai loro parenti più grandi.

Tutti i piccoli molossoidi sono il frutto di una selezione fatta dall’uomo, il cui scopo è stato di creare delle tipologie di cani con degli scopi ben precisi, anche se oggi vengono considerati come cani da compagnia. Ad esempio, il Bouledogue francese è stato selezionato per combattere con i suoi simili, mentre il Carlino- altro piccolo molossoide – è sempre stato un cane da compagnia.

Questi cani hanno un temperamento coraggioso, molto forte, nonostante le piccole dimensioni, e hanno anche loro una propensione per la guardia, infatti, è una caratteristica che hanno geneticamente sia i grandi sia i piccoli molossi. Generalmente sono cani longevi, gli unici problemi che potrebbero riguardare le razze a muso corto sono legati allo sviluppo di una respirazione difficoltosa, oltre che agli occhi, dalla conformità piuttosto sporgente.

Queste tipologie di razze sono molto diffuse nel nostro Paese come cani da compagnia, sia perché sono di piccola taglia sia perché piacciono esteticamente, ma occorre tenere sempre in mente che, anche se sono di piccola taglia, rimangono dei molossoide, quindi è necessario trattarli come tali: loro, infatti, non si sentono cani piccoli e indifesi, avendo un temperamento forte dato dalla selezione. In ogni caso, prima di decidere di portare a casa una determinata razza, sarebbe opportuno per la scelta farsi aiutare da una persona competente.