Cane guida si lancia verso il padrone cieco caduto sui binari: entrambi salvi

Cane guida si lancia verso il padrone cieco caduto sui binari: entrambi salvi
Autore:
Cani.com
19 Dicembre 2013

È ormai da tutti considerato un eroe, per aver salvato in extremis il suo padrone cieco, caduto per un malore sulle rotaie della metropolitana, in una stazione di Manhattan a New York. Si tratta di un bellissimo esemplare di Labrador nero, il cui nome è Orlando. Quando il quattro zampe ha visto Cecil Williams - così si chiama l’uomo che assiste da anni - svenuto sui binari, non ha esitato a saltare giù, per riuscire con una serie di latrati a fargli riprendere conoscenza e a evitargli una morte sicura. Il tutto, secondo quanto riportato da un articolo pubblicato sul sito del Corriere della Sera, è accaduto lo scorso martedì mattina, quando l’uomo - che stava andando dal dentista, accompagnato come sempre dal suo fedele amico peloso - si è sentito male ed è caduto dalla piattaforma. Vedendo il suo padrone in quelle condizioni, Orlando ha cominciato ad abbaiare e poi si è lanciato verso di lui per soccorrerlo. Ed è così che Cecil Williams, dopo pochi attimi, ha ripreso conoscenza. Solo che il treno della metropolitana stava quasi già sopraggiungendolo, ma la fortuna ha voluto che l’uomo mantenesse la lucidità necessaria per rimanere nel fossato tra le due rotaie, subendo solo una lieve ferita alla testa. L’animale, invece, ne è uscito illeso. “Il cane - racconta l’assistito di Orlando ai media americani - mi ha salvato la vita. Abbaiava e mi leccava e così mi ha fatto riprendere conoscenza. Sono davvero stupito per quello che è successo. Orlando è il mio migliore amico, il mio inseparabile compagno. È sempre accanto a me, sia quando viaggio sul treno o sul bus, sia quando sono in strada. Mi protegge, è il suo lavoro”. Nonostante il forte legame che ormai unisce i due indivisibili compagni, all’inizio dell’anno prossimo Orlando compirà undici anni e dovrà andare in pensione. L’assicurazione sanitaria dell’attuale padrone non coprirà i costi della sua custodia e in pratica il sessantunenne dovrà sostituirlo e darlo in adozione. Per fortuna è intervenuta la Rete, che in poco più di 24 ore ha messo in allarme l’associazione che gestisce i cani guida, «Guiding Eyes for the Blind», raccogliendo immediatamente ben 60.000 dollari (anche attraverso Indiegogo e GoFundMe), una cifra necessaria che permetterà a Cecil e Orlando di vivere insieme anche dopo la pensione. probabilemente l’uomo sarà affiancato da un altro Labrador, che darà una mano per le incombenze di tutti i giorni. 

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo