Liti condominiali, cane sfortunato protagonista

Liti condominiali, cane sfortunato protagonista
08 Marzo 2010

I cani lasciati soli per troppe ore al giorno o costretti a vivere a catena o in spazi domestici angusti rispetto alla loro taglia si sentono soli e disagiati e,abbaiando per molte ore al giorno, scatenando circa 60.000 liti di condominio all’anno. Il trend in materia di litigi condominiali, che sfociano spesso in cause giudiziarie, ce l’hanno le liti scaturite a causa del nostro caro animale domestico, sempre più sotto accusa per quei suoi odori troppo forti, piuttosto che per il suo essere irascibile e dedito all’abbaio perenne, oppure per essere insieme al suo padrone non rispettoso degli spazi comuni, dove liberamente si permette ai nostri amici di fare i loro bisogni. A scatenare le liti sono motivazioni futili: cani che abbaiano (soprattutto durante le ore del riposo e in quelle notturne) o che sporcano gli androni e i giardini condominiali.I dati analizzati dal servizio sportello animali di Aidaa, parlano chiaro: nel 2009 le richieste di consulenze giunte all’associazione e al tribunale degli animali relativi a liti condominiali a causa degli animali domestici sono state 30.858, pari a circa 84 litigate al giorno.

VOTO DEGLI UTENTI

Commenta l' articolo